"Non solo consumi, è il modello sociale che è sbagliato". Intervista ad Annamaria Furlan, "Corriere della Sera" 11 aprile 2017

furlanbis"Lavorare a Pasqua in un outlet rappresenta la cartina tornasole della perdita di umanizzazione del lavoro, non giustificata neanche dall'aumento dei consumi, che sono precipitati". E' il commento di Annamaria Furlan, Segretaria generale della Cisl, in merito alle polemiche sull'apertura a Pasqua dell'outlet di Serravalle Scrivia, motivo per cui  Cgil Cisl Uil  hanno proclamato due giorni di sciopero.

"Vedere nell'outlet un luogo per trascorrere un po' di svago, fare una passeggiata e concedersi un po' di riposo e' un modello sociale sbagliato. Quel giorno va trascorso in famiglia: non puo' diventare un giorno di consumismo, che impedisce a tanti lavoratori di riposare e stare insieme ai propri cari. Per questo invito i cittadini a non fare shopping a Pasqua. Molti lavoratori della Cisl sono cattolici, ma qui sono in gioco valori universali, non solo religiosi". Necessario quindi per Furlan modificare la legge del governo Monti che ha liberalizzato il commercio senza però aumentare i consumi "Forse le aperture andrebbero concordate con enti locali e sindacati".

Allegati:
Scarica questo file (corriere della sera.pdf)corriere della sera.pdf180 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.