"Serve una legge per fermare la prostituzione". La Cisl raccoglie le firme dei lavoratori

furlanbis"C'e' in Parlamento una proposta di legge che parla chiaro: punire i clienti per fermare la prostituzione. La Cisl e' pronta. Raccoglieremo firme in ogni posto di lavoro per sostenerla. Per darle forza. Chi va con una prostituta si rende complice di un crimine e voglio una Cisl capace di ribellarsi, di alzare la voce, di lanciare una sfida a viso aperto, di gridare "basta ipocrisia e basta indifferenza".

Allegati:
Scarica questo file (avvenire-30giugno2017.pdf)Intervista Avvenire871 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.