"800mila ragazzi senza cittadinanza" Intervista di Annamaria Furlan al sito web Patria Indipendente del 26 ottobre 2017

furlanbis26 ottobre 2017. Il riconoscimento della cittadinanza ai giovani figli di immigrati nati e cresciuti in Italia è un fatto di civiltà per il nostro Paese. Un altro rinvio non avrebbe senso. Abbiamo bisogno di un sussulto di responsabilità da parte di tutte le forze politiche per approvare la legge sullo Ius Soli. 

 Così la Segretaria Furlan interviene sul rinvio della legge sullo Ius Soli

Allegati:
Scarica questo file (patria indipendente.pdf)patria indipendente.pdf184 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.