"800mila ragazzi senza cittadinanza" Intervista di Annamaria Furlan al sito web Patria Indipendente del 26 ottobre 2017

furlanbis26 ottobre 2017. Il riconoscimento della cittadinanza ai giovani figli di immigrati nati e cresciuti in Italia è un fatto di civiltà per il nostro Paese. Un altro rinvio non avrebbe senso. Abbiamo bisogno di un sussulto di responsabilità da parte di tutte le forze politiche per approvare la legge sullo Ius Soli. 

 Così la Segretaria Furlan interviene sul rinvio della legge sullo Ius Soli

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (patria indipendente.pdf)patria indipendente.pdf184 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa