"Non è un paese per mamme. Una su tre abbandona il lavoro". Articolo di Annamaria Furlan, "Il Secolo XIX" dell'8 marzo 2018

furlanbisRoma, 8 marzo 2018. "E' una giornata di mobilitazione e denuncia, non solo contre le troppe, continue violenze nei confronti delle donne, ma anche contro i ritardi sociali, economici, culturali che ostacolano una vera emancipazione e parità tra uomo e donna" (...) "Il nuovo Governo si occupi di questi temi". La Segretaria generale della Cisl anche dalle pagine del Secolo XIX lancia un invito alle forze politiche uscite dal recente voto affinche' mettano al centro della loro agenda il tema del lavoro quale primo diritto di emancipazione.  

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (il secolo xix.pdf)Il Secolo XIX495 kB

Leggi anche:

8 Marzo. Segretari Confederali Cisl: “Gli uomini rispettino le donne. stop a violenze e discriminazioni” 8 Marzo. Segretari Confederali Cisl: “Gli uomini rispettino le donne. stop a violenze e discriminazioni”
Roma, 8 marzo 2018. “Gli uomini rispettino tutte le donne perche' sono una risorsa essenziale nel mondo del lavoro ed il fondamento della nostra...
8 marzo. Furlan: 8 marzo. Furlan: "Grazie a Mattarella per il giusto appello a superare le discriminazioni su lavoro, salari, conciliazione con famiglia"
Roma, 8 marzo 2018. “Ha ragione il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ancora una volta ringraziamo come Cisl per la sua grande...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa