Puglia. Lavoro: Giudice del lavoro riconosce condotta antisindacale del comune

Brindisi, 12 agosto 2017. L’ordinanza del Giudice del Lavoro di Brindisi, emessa giorni fa a seguito di specifico atto depositato dalla Cisl Funzione Pubblica (Fp) Taranto Brindisi ex art.28 L.n. 300/70, ha riconosciuto la condotta antisindacale adottata dal Comune di Brindisi a causa di atteggiamenti scorretti del personale dirigente in ordine al riconoscimento della progressione economica orizzontale ad alcuni dipendenti già esclusi da una prima determina dirigenziale e senza avere coinvolto lo stesso sindacato. “Nulla di ideologico nella nostra legittima iniziativa. Al nostro atteggiamento costruttivo volto sempre al bene comune – spiega Aldo Gemma, segretario generale territoriale Cisl Fp - era stata opposta presunzione mista ad arroganza da un management noncurante di chi è deputato a rappresentare gli interessi dei lavoratori, classe nella quale anch’esso è annoverato. Ma la gestione della res publica non può essere connessa al personalismo, noncurante degli eventuali effetti negativi che possono riverberarsi negativamente sulla stragrande maggioranza dei lavoratori.” Da qui il pressante appello rivolto dallo stesso Aldo Gemma al Commissario Prefettizio del capoluogo, il Dott. Santi Giuffrè “affinché sia la singola questione che l'intera azione dell'Ente venga ricondotta immediatamente nel giusto alveo.” Per Raffaele Atzori rappresentante della Cisl Fp nel comune di Brindisi “noi, sempre disponibili al dialogo, come continueremo ad essere, non possiamo permettere che l'insolenza di qualche dirigente metta a repentaglio gli importanti traguardi raggiunti a favore dell'intera comunità e dei dipendenti comunali.” La Cisl Fp,dunque, ricordando che il Comune di Brindisi in quanto soccombente è stato condannato a non reiterare ed anzi a rimuovere gli effetti della decisione assunta, nonché a farsi carico dei costi del contenzioso, rilancia l’invito al confronto “che sia sempre serrato ma corretto ed inclusivo, sulle questioni di merito legislativo e contrattuale.”

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.