• Grandi temi
  • Europa - Mondo - Politiche migratorie

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il Dpcm sui flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari per l’anno 2020

13 ottobre 2020 - Pubblicato ieri 12 Ottobre in Gazzetta ufficiale (serie generale n.252 del 12.10.2020) il DPCM del 7 luglio 2020 concernente la definizione delle quote di lavoratori stranieri che per l’anno 2020 possono fare ingresso in Italia per lavoro. Ad esso, ha fatto seguito la consueta circolare esplicativa interministeriale - Interno/Lavoro e Politiche agricole.
Il decreto stabilisce, come negli anni passati, una quota complessiva massima di ingressi pari a 30.850 unità: 18.000 riservate agli ingressi per motivi di lavoro stagionale al cui interno, come elemento di novità, 6.000 quote sono riconducibili al solo settore agricolo, ai lavoratori nei confronti dei quali le domande di nulla osta siano presentate, in nome e per conto dei datori di lavoro, dalle organizzazioni professionali dei datori di lavoro indicate nel suddetto decreto: Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, Alleanza delle cooperative (comprendente Lega cooperative e Confcooperative).
12.850 quote d’ingresso sono invece riservate ad ingressi per motivi di lavoro non stagionale e autonomo. All’interno di esse, altro elemento di novità rispetto al passato, 6.000 sono riservate agli ingressi per lavoro subordinato non stagionale nei settori dell’autotrasporto, dell’edilizia e turistico-alberghiero per quei lavoratori di Paesi che hanno sottoscritto, o sono in procinto di farlo, accordi di cooperazione in materia migratoria con l’Italia. Infine, al netto di 700 quote riservate, le restanti 6.150 sono dedicate alle conversioni, cioè a coloro che devono convertire in lavoro il permesso di soggiorno in possesso per altro titolo.

A partire dalle ore 9,00 di oggi, 13 ottobre, è disponibile l'applicativo per la precompilazione dei moduli di domanda all'indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it, che saranno trasmessi, esclusivamente con le consuete modalità telematiche.
Le domande possono essere inviate dalle ore 9.00 del 22 ottobre 2020 per l'assunzione di lavoratori non stagionali, per i lavoratori autonomi e per le conversioni. Invece, dalle ore 9,00 del 27 ottobre 2020 per l'assunzione di lavoratori stagionali.
La scadenza della presentazione di tutte le domande è fissata per il 31 dicembre 2020 e saranno trattate in base all’ordine cronologico di presentazione.
Per maggiori dettagli sulla ripartizione delle quote, vi rimandiamo ad una breve scheda tecnica.
Come sempre, il nostro Patronato Inas e l’Associazione Anolf saranno per la Cisl il prezioso e puntuale punto di riferimento per fornire informazioni ed assistenza a tutti gli utenti interessati.

Stampa