Incidenti sul lavoro. Furlan: "Sicurezza questione nazionale. Il 18 in piazza anche su questo problema"

edilizia3 settembre 2020 - “Un giovane di 22 anni è morto oggi in un grave incidente sul lavoro vicino Cuneo. Un altro giovane lavoratore è rimasto gravemente ferito. È l’ennesima tragedia quotidiana causata dall’ inosservanza delle norme di prevenzione e dall’assenza di controlli. Non si può parlare di fatalità in queste circostanze. Il 18 settembre saremo nelle piazze italiane anche per il grave problema irrisolto della sicurezza in tutti i luoghi di lavoro.
È una questione nazionale di civiltà”. Lo scrive sulla pagina facebook della Cisl Annamaria Furlan, commentando la tragedia sul lavoro a Cavallermaggiore in provincia di Cuneo.

Leggi anche:

 Incidenti mortali sul lavoro. Furlan: Incidenti mortali sul lavoro. Furlan: "E’ una strage quotidiana. Bisogna mobilitarsi. La sicurezza rimane per il sindacato una priorità. Una questione nazionale"
Roma, 4 giugno 2020 - “Ancora un operaio morto sul lavoro, precipitato da una impalcatura ad Ostia. È una strage quotidiana nei luoghi di lavoro. Non...
Morti sul lavoro. Furlan: “Una tragedia quotidiana, senza soluzione di continuità. La Cisl farà sentire la sua voce insieme agli altri sindacati per  fermare questa strage” Morti sul lavoro. Furlan: “Una tragedia quotidiana, senza soluzione di continuità. La Cisl farà sentire la sua voce insieme agli altri sindacati per fermare questa strage”
20 luglio 2020 - “Agghiacciante la morte di due operai oggi in un cantiere a Roma. È una interminabile scia di sangue e di vite stroncate nei luoghi...

Stampa