O Anche No- IL LAVORO E' DI TUTTI. Giornata internazionale delle persone con disabilità

OancheNoGiovedì 3 dicembre alle 23,00 su Raidue andrà in onda uno speciale di "O anche no. Il Lavoro è di tutti", in occasione della Giornata Internazionale delle Persone con disabilità, dichiarata dall'ONU nel 1981. L'obiettivo della trasmissione è di parlare del lavoro per tutti e di tutti. Ospiti i Segretari Generali Maurizio Landini (CGIL), Annamaria Furlan (CISL), Pierpaolo Bombardieri (UIL), che presenteranno tre storie di lavoro e successo  che vedono protagonisti persone con disabilità.
Un miglioramento del sistema sociale italiano non può tollerare una società divisa in due, i forti e i deboli, nella quale la disoccupazione rappresenta la forma odiosa di emarginazione e in particolar modo ciò vale soprattutto per le persone con disabilità.
Infatti solo il 31,3% di loro risulta occupato, è una questione che riguarda anche l'Europa e per questo concluderà la serata Luca Visentini, Segretario Generale della CES, Confederazione Europea dei Sindacati. 
Nella trasmissione si alterneranno musica (cantanti in studio e in collegamento), divertimento (momenti di comicità) e riflessione (storie e testimonianze di protagonisti).  
"O anche no" , il programma dedicato all'inclusione e alla solidarietà realizzato con RAI PER IL SOCIALE e giunto alla terza stagione, è diventato il format di riferimento della televisione italiana per conoscere, apprezzare e sostenere le disabilità positive. Un nuovo modo di fare tv che non indulge alla pornografia del dolore e nemmeno parla di supereroi (i famosi  super disabili) ma  di persone tra le persone,cittadini fra i cittadini, con la stessa umanità, la stessa dignità e lo stesso diritto al lavoro...  come testimonia il sottotitolo: “Da vicino nessuno è normale.”
Con i Ladri di Carrozzelle, diretti dal maestro Federico Capranica,  Paola Severini Melograni,  "Il prestiggiattore" Andrea Paris, Rebecca Zoe De Luca, il grande disegnatore Stefani Disegni, gli amici di sempre: primo fra tutti Carlo Verdone che proprio in questi giorni ha celebrato i 70 anni e che non ha mai lasciato soli i “ragazzi delicati” , come li chiama Paola Severini. 
Tra gli ospiti Katia Ricciarelli, Eugenio Finardi, Don Marco Mori, Valentina Battistini, Omar Pedrini, Gli Autogol, Alessio Boni, Beppe Carletti, Jo Squillo, Giusy Versace, Iacopo Melio, Storto ma non troppo, Niccolò Agliardi, I Manos Blancas, lo Chef Massimo Bottura con il figlio Charlie e molte altre sorprese...
Inoltre Alberto Bertoli, che come Nancy Sinatra con il grande Frank, duetterà con il padre Pierangelo dalle praterie del cielo. 
Verrà ricordato Ezio Bosso, indiscusso protagonista di Sanremo 2016 grazie al lavoro di Paola Severini.  
Inoltre, per la prima volta assoluta in tv, ogni canzone sarà interpretata in diretta da una LIs Performer.
La lingua dei segni non è solo un mezzo di comunicazione, ma è anche espressione artistica e musicale: grazie ai "Lis performer",che non sono solo interpreti, ma veri e propri artisti, la lingua dei segni si trasforma in un'esibizione, interpretando in modo originale i brani musicali e traducendo contemporaneamente i testi. I Lis Performer sono stati utilizzati dalla RAI sia per il Festival di Sanremo sia per il Concerto del 1° maggio, in uno spazio riservato a loro su Raiplay. Ma mai prima d'ora hanno partecipato a una trasmissione in chiaro per tutta la sua durata.
Su 60 milioni di abitanti, in Italia soffrono di ipoacusia 7,2 milioni di persone, pari al 12% della popolazione residente.
Una serata da non perdere. 
Il programma è realizzato con Rai Pubblica Utilità e Rai per il Sociale e sarà anche interamente sottotitolato e audiodescritto. 
 
 

Leggi anche:

"Lottiamo perchè la disabilità non sia una barriera per una vita dignitosa", di Annamaria Furlan, 'Il Dubbio' del 3 dicembre 2020
"Come ogni anno celebriamo oggi la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità con tutta l'importanza che merita per riflettere su come e...

Stampa