1. Home
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. Categorie ed Enti CISL
  6. /
  7. Chimici. Sindacati: “Verallia. Prolungato...

Chimici. Sindacati: “Verallia. Prolungato l’accordo integrativo fino al 2023”

Pubblicato il 12 Dic, 2020


Roma, 12 dicembre 2020 – Nella serata di ieri, in un incontro in videoconferenza, è stata siglata l’intesa di proroga dell’integrativo tra i rappresentanti dell’azienda Verallia e le segreterie nazionali di Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil con le strutture territoriali e le RSU aziendali di Savona, Pistoia, Mantova, Verona e Vicenza. La proroga dell’integrativo avrà validità sia per il 2021 che per il 2022, con la rinuncia da parte di Verallia ad applicare la clausola di non sovrapponibilità dei cicli negoziali, dando quindi la possibilità di procedere al rinnovo dell’integrativo stesso in concomitanza del rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro del vetro.
Tra le novità presenti nell’intesa il riconoscimento aggiuntivo, a tutti i lavoratori e in egual misura, di un importo di 500 euro che sarà erogato nella busta paga di dicembre 2020, salvo diversa indicazione del lavoratore stesso. In alternativa il lavoratore ha la possibilità, infatti, di 
devolvere tutto l’importo in Fonchim (fondo previdenza integrativa) con il riconoscimento di un ulteriore 20% da parte di Verallia (600 euro); di percepire in busta paga a dicembre 2020 un importo pari a 250 euro e di spostare a maggio 2021 la restante quota di 250 euro per beneficiare di ulteriori defiscalizzazioni o per utilizzare la piattaforma welfare; di spostare l’intera quota di 500 euro sulla piattaforma welfare per beneficiare dell’importo netto.
L’importo una tantum di 500 euro sarà riconosciuto anche a tutti i tirocinanti in forza al primo di dicembre e con un’anzianità di servizio pari ad almeno 5 mesi.
Le parti hanno convenuto, visto l’andamento incerto ed altalenante del mercato, di prevedere ulteriori incontri di verifica e correzione qualora gli indicatori del premio registrassero un andamento negativo.
“Pur ritenendo il contesto difficile in cui versa il Paese e l’incertezza di mercato nel quale si trova ad operare il settore, riteniamo comunque positivo ed importante il risultato di proroga ottenuto che riconosce comunque salario aggiuntivo agli importi variabili del Premio di Risultato e riconosce a tutti i lavoratori gli sforzi e gli impegni attuati nello svolgere il loro lavoro in questa situazione pandemica e nel rispetto dei protocolli di sicurezza aziendali, di settore e governativi”, hanno commentato, a margine dell’accordo, le segreterie nazionali di Filctem, Femca, Uiltec.

Condividi