1. Casa
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. Categorie ed Enti CISL
  6. /
  7. Metalmeccanici. Fim Cisl: “Leonardo....

Metalmeccanici. Fim Cisl: “Leonardo. Con l’accordo di oggi messa in sicurezza la Divisione Aerostrutture e tracciato percorso di rilancio”

Pubblicato il 18 Gen, 2022

Dopo due giorni di trattativa è stato raggiunto nel pomeriggio di oggi a Roma l’accordo quadro per il rilancio della Divisione Aerostrutture di Leonardo One Company, tra l’azienda e il coordinamento nazionale di Fim, Fiom, Uilm.

La Divisione del Gruppo Leonardo infatti è stata pesantemente colpita dalla pandemia che ha causato il crollo del mercato del trasporto aereo civile, business predominante e centrale per le produzioni che si realizzano nei quattro siti, tutti collocati nell’area del Mezzogiorno d’Italia.

L’intesa definisce un accordo quadro, atto al rilancio della Divisione Aerostrutture, attraverso un piano di investimenti da oltre 300 Milioni che si svilupperà nell’arco degli anni 2022 -2025 oltre a dare nuovamente conferma della centralità della Divisione nel piano industriale di Leonardo One Company.

Nel dettaglio vengono definiti la gestione dei vuoto lavoro, gli incrementi dei carichi di lavoro, nel periodo di attuazione del piano per tutti gli stabilimenti della Divisione e con essi gli investimenti strutturali, oltre alle iniziative commerciali messe in campo atte a identificare possibili nuove commesse finalizzate ad un implemento e ove possibile, una differenziazione delle attuali produzioni.Inoltre con l’accordo è stata definita per l’anno in corso, la gestione degli ammortizzatori sociali necessari a gestire il vuoto lavoro esistente in tutti gli stabilimenti, integrando gli stessi all’80% del salario lordo mensile, comprensivo degli elementi accessori alla retribuzione, al fine di limitare l’impatto sui lavoratori interessati e  la maturazione di tutti i ratei previsti dagli accordi nazionali e di Gruppo  salvaguardando con essi anche l’impianto del premio di risultato per il 2022. L’intesa conferma il ruolo strategico della Divisione Aerostrutture già tracciato in questi due anni di lotta contro gli effetti della pandemia.

Siamo convinti di aver fatto un accordo partecipativo che permette di limitare nel 2022 l’impatto della crisi sui lavoratori ma soprattutto un accordo che dà un grande rilancio internazionale e strategico ai quattro siti del Sud Italia.

Il risultato di oggi è frutto di un sindacato che si muove non in termini populisti ma che riesce a combinare le strategie dell’impresa con la tutela e la valorizzazione del lavoro.

Condividi