1. Casa
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. Categorie ed Enti CISL
  6. /
  7. SOSTENIBILITA’: Si conclude “Il...

SOSTENIBILITA’: Si conclude “Il Villaggio della Sostenibilità” di Adiconsum, oltre 1000 presenze in 3 giorni 

Pubblicato il 5 Mag, 2022

 

Si è concluso il 5 maggio “Il Villaggio della Sostenibilità” organizzato da Adiconsum, nell’ambito del progetto “Sostenibile anche per noi” del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Avviso n. 2/2020), una 3 giorni dedicata ai vari aspetti della sostenibilità: alimentarsi sostenibile, abitare sostenibile, muoversi sostenibile, scegliere sostenibile.

I numeri del Villaggio

  • Presenze: oltre 1000 in 3 giorni
  • Stand e test drive: oltre 20
  • Convegni: 3 
  • Relatori: 30
  • Laboratori con i ragazzi: 2
  • Patrocinii: 5 (Comune di Roma, Crea, Enea, ICESP, Citera Università “La Sapiuenza, Tesla Owners/Tesla Club Italy)
  • Media sponsor: 5 (Radio Cusano Campus, Cusano tv, Tag24, Help Consumatori, Chili.com)
  • Aderenti al progetto: 17 (Aisec, Anpci, APPLiA, Asstel, Asvis, Biova project, Bio Verona, Coordinamento Free, ènostra, Erion, Fnp Cisl, Inas-Consorzio Interuniversitario, Made in carcere, Motus-E, Next Nuova Economia, Poste italiane, RenOils)
  • Partner del villaggio: 23 (Agos, Agricoltura Capodarco, Centromarca, Conformgest, Gruppo De Cecco, Eco Futuro, Edison energia, Enel, Enjoy, ènostra, estia, Flixbus, Free Now, Gioosto, Lentamente, Mediolanum, Pitagora, Plenitude, RenOlis, Sale della terra, Synergie, Tim, Unicredit)
  • Aperitivo sostenibile: 1
  • Spettacolo teatrale: 1

Inoltre, in tema di sostenibilità…

In un’ottica di sostenibilità, gli allestimenti degli stand del Villaggio (plastica ed altro materiale riciclabile) verranno recuperati e consegnati all’Associazione “Made in Carcere” che li riutilizzerà per la produzione di creazioni sostenibili.

Abbiamo cercato di realizzare il Villaggio operando scelte il più possibile sostenibili a partire:

  • dal tipo di materiale da utilizzare per la realizzazione degli stand
  • dalla raccolta differenziata
  • dal minimo ricorso alla stampa dei materiali per ridurre lo spreco di carta
  • dall’utilizzo per il light lunch, il coffe break e l’aperitivo, di stoviglie compostabili o lavabili.

Condividi