1. Casa
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. Dai Territori
  6. /
  7. Dai Territori > Emilia...
  8. /
  9. Emilia Romagna. Modena: per...

Emilia Romagna. Modena: per i sindacati sbagliato confermare fiera di S. Antonio

Pubblicato il 12 Gen, 2022
«Da lunedì scorso 10 gennaio la regione Emilia Romagna è passata in zona gialla: confermare una fiera che richiama molti commercianti e cittadini, rischia seriamente di peggiorare il quadro pandemico delle prossime settimane».
Lo affermano Fp Cgil Modena e Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale, che si dicono sconcertate dalla decisione assunta dall’amministrazione comunale di Modena di far svolgere regolarmente la tradizionale fiera di Sant’Antonio, in programma il 17 gennaio a Modena.
«La viabilità, la sicurezza dei cittadini, il rispetto della normativa saranno di fatto totalmente affidati agli operatori della polizia locale, già in difficoltà per le carenze di organico dovute anche ad assenze legate al Covid 19 – dichiarano Giada Catanoso (Fp Cgil Modena) e Sabrina Torricelli (Cisl Funzione pubblica Emilia Centrale) – In questo periodo, in cui purtroppo i numeri sui contagi quotidiani sono in netta crescita e la pressione sugli ospedali è sempre più forte, mettendo ancora una volta a dura prova il sistema sanitario e gli operatori sanitari, riteniamo questa scelta inopportuna e pericolosa per la salute dei cittadini e degli operatori della polizia locale.
Questi ultimi dovrebbero da soli, in mezzo agli assembramenti che inevitabilmente si creeranno, anche per gli spazi esigui caratteristici del centro storico, far rispettare distanze di sicurezza e normative Covid».
Secondo i sindacati si mette a rischio la sicurezza degli operatori di polizia locale e dei cittadini non solo dal punto di vista sanitario, ma anche per l’ordine pubblico, nel caso gli operatori siano costretti a intervenire per violazioni legate a mascherine, assembramenti, distanze di sicurezza.
«Comprendiamo che è necessario favorire la ripresa economica, – sottolineano Catanoso e Torricelli – ma questo non può avvenire a scapito della sicurezza dei cittadini e degli operatori di polizia locale. Riteniamo, pertanto, necessario che l’amministrazione comunale di Modena rinvii la fiera del 17 gennaio.
Sarebbe paradossale che un momento di festa si trasformasse in un ulteriore peggioramento della situazione sanitaria», concludono le due sindacaliste di Fp Cgil e Cisl Fp.

Condividi