1. Home
  2. »
  3. Notizie
  4. »
  5. Dai Territori
  6. »
  7. Dai Territori > Lazio
  8. »
  9. Lazio. Coppotelli (Cisl): “Ex Forlanin. Chiediamo...

Lazio. Coppotelli (Cisl): “Ex Forlanin. Chiediamo risposte Su RSA e casa della salute”

Pubblicato il 16 Giu, 2021

 


La regione continua a non dare risposte sulla riapertura dell’ex ospedale Forlanini. Gli incontri e le sollecitazioni da parte dei sindacati non hanno sortito effetti e con le delibere 71 e 72 del febbraio di quest’anno la Regione Lazio ha avviato un piano di fattibilità per il riuso del complesso ospedaliero che prevede la realizzazione di nuove RSA pubbliche. Nel piano dei suddetti investimenti straordinari si prevede di utilizzare le strutture di proprietà pubblica a partire dai presidi ospedalieri dismessi, immobili ex IPAB, immobili abbandonati dalle città e utilizzabili. Parallelamente una parte di quegli immobili dovrebbe diventare anche la sede di rappresentanza per un un’agenzia europea di ricerca. Il resto dovrà essere utilizzato per una RSA, e una Casa della Salute. Ad oggi non abbiamo avuto risposte dalla Giunta Regionale con la quale ci auguriamo che possa riprendere un dialogo per il rilancio della sanità in questa regione. Il riutilizzo di edifici storici abbandonati è vitale prima che tutto venga abbandonato definitivamente e i costi di una ristrutturazione possano superare i benefici economici e sociali. Nel caso in cui non troveremo risposte alle nostre istanze che ripetutamente abbiamo posto all’attenzione della Regione Lazio e che coincidono con i bisogni di salute che in questa Regione i cittadini hanno necessità di vedere riconosciuti, a partire dalla sanità del territorio che soprattutto con la pandemia si è dimostrato quanto sia carente, metteremo in atto tutte le iniziative necessarie a vedere riconosciuti i sacrosanti diritti alla salute.

 

Condividi