1. Home
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. Dai Territori
  6. /
  7. Dai Territori > Toscana
  8. /
  9. Toscana. BNL: SCIOPERO 24...

Toscana. BNL: SCIOPERO 24 GENNAIO 2022 – presidio sede via Cerretani – Firenze

Pubblicato il 23 Gen, 2022
Domani, lunedì 24 gennaio, scendono di nuovo in piazza le lavoratrici e i lavoratori di BNL. Lo storico istituto di credito, a fronte di un utile lordo di oltre 360mln € nel 2020 e 218mln € nella prima metà del 2021, vuole guadagnare di più. Come? Liberandosi del personale dipendente e anche dei clienti. A settembre 2021, infatti, ha presentato un piano industriale che prevede la chiusura di ben 135 sportelli sul territorio nazionale e la cessione di 836 lavoratrici e lavoratori, senza alcuna garanzia concreta di tutela del posto di lavoro.
Un progetto scellerato e miope, gestito in maniera arrogante; così è stato unanimemente definito da tutte le sigle sindacali presenti in azienda. La chiusura dei 135 sportelli è finalizzata alla trasformazione della banca in una sorta di boutique finanziaria; come dire: abbandoniamo la clientela che non ci interessa, per rivolgersi solo a una elite di investitori di “alto livello”. In pratica BNL rinnega la missione di supporto del tessuto sociale ed economico affidata alle banche anche dalla Costituzione.
Come FIRST CISL, sindacato confederale, siamo convinti che la mobilitazione delle migliaia di dipendenti di BNL sia importante non solo per la difesa della dignità del lavoro, ma anche per quella delle famiglie e delle aziende dei nostri territori, che non meritano di essere abbandonati da chi, soprattutto in questo momento storico, dovrebbe sostenerli e supportarli.
BNL, nella sua arroganza, ha prima ignorato lo sciopero dello scorso 27 dicembre; poi ha provato a boicottare quello di lunedì 24 gennaio, impugnandolo di fronte alla sommissione di garanzia. Commissione che ha invece reso ragione al diritto delle lavoratrici e dei lavoratori di scioperare di nuovo, manifestare e informare, così, la pubblica opinione rispetto al piano industriale di questa azienda, che in nome dei “dio profitto” e della “dea finanza” non esita a sacrificare il lavoro, le famiglie e le aziende che invece dovrebbe tutelare.
Lunedì 24 gennaio, dalle ore 9:00 alle ore 12:00saremo tutti in via Cerretani, a Firenze, di fronte alla sede di BNL, per sostenere la protesta delle lavoratrici e dei lavoratori, ma anche in nome dei clienti, famiglie, consumatori, aziende, dei nostri territori.
Numerosi altri presidi sono previsti anche in altre città italiane.

Condividi