1. CISL
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. In Evidenza
  6. /
  7. Infrastrutture. Cuccello: “Costruire un...

Infrastrutture. Cuccello: “Costruire un accordo quadro che coinvolga anche le associazioni datoriali per qualificare il lavoro degli appalti pubblici e privati”

Oggi al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si è svolto un incontro tra il Ministro Salvini e i rappresentanti di Cisl, Cgil e Uil per discutere del Codice dei contratti pubblici in vigore dallo scorso anno. “La Cisl ha proposto al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti la costruzione di un accordo quadro che coinvolga anche le associazioni datoriali, utile a qualificare il lavoro nel settore degli appalti pubblici, ma che diventi una stella polare anche in quello degli appalti privati, applicando e garantendo stabilità normativa al Codice attraverso il confronto e la digitalizzazione delle procedure in modo da migliorare la qualità degli operatori economici e delle stazioni appaltanti”, ha dichiarato al termine dell’incontro il segretario confederale della Cisl Andrea Cuccello.

“La Cisl ha apprezzato diversi aspetti del Codice, come il Durc, la congruità, la digitalizzazione e il mantenimento delle condizioni contrattuali nel subappalto. Abbiamo valutato positivamente la riduzione delle stazioni appaltanti da circa 26.500 a 4.353, ma abbiamo sottolineato la necessità di continuare gli investimenti per migliorare le competenze del personale, oltreché il rafforzamento degli organici. Abbiamo altresì evidenziato come sia importante utilizzare criteri di affidamento con bando e valutazioni qualitative delle offerte anziché affidamenti diretti. L’obiettivo è promuovere la sostenibilità e l’avanzamento tecnologico nel settore dei lavori pubblici, aggiornando la normativa favorendo l’offerta economicamente più vantaggiosa anziché basarsi solo sul costo, garantendo maggiore qualità e sostenibilità. Le nostre proposte includono il controllo e la limitazione del subappalto, l’incentivazione all’aggregazione tra imprese e la promozione della trasparenza e della legalità nei bandi di gara.
La Cisl ha sottolineato la necessità di un accordo con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti coinvolgendo associazioni datoriali, per migliorare la qualità del lavoro nel settore dei lavori pubblici. Fondamentale contrastare il dumping sociale e contrattuale garantendo l’applicazione dei contratti nazionali più rappresentativi, quali fonti principali delle previsioni normative ed economiche a tutela delle lavoratrici e dei lavoratori”.

Condividi