1. Home
  2. »
  3. Notizie
  4. »
  5. In Evidenza
  6. »
  7. Assemblea nazionale Cgil Cisl Uil sulla...

Assemblea nazionale Cgil Cisl Uil sulla Sicurezza. La diretta mercoledi 12 maggio dalle ore 10

Pubblicato il 10 Mag, 2021

“Fermiamo la strage nei luoghi di lavoro”. Questo il monito che Cgil, Cisl e Uil lanceranno mercoledì prossimo, 12 maggio, nel corso dell’Assemblea nazionale a cui parteciperanno i segretari generali Maurizio Landini, Luigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri, delegati e rappresentanti per la sicurezza. L’appuntamento sarà trasmesso in diretta dalle ore 10 alle ore 12.30 su questo sito e sulle pagine Facebook della Cisl e degli altri sindacati confederali.

“È bastato che la morsa della pandemia allentasse lievemente la sua presa e consentisse di riprendere in modo più regolare tutte le attività lavorative, con i ritmi e i carichi di lavoro di sempre, che il dramma delle morti sul lavoro, per cause altre dal COVID-19, si riproponesse nella drammatica ‘ordinaria’ frequenza”, si legge nella nota di Cgil, Cisl e Uil firmata dai segretari confederali Rossana Dettori, Angelo Colombini e Ivana Veronese. 

“Ancor più in questo tempo dove è prioritaria per il nostro Paese la ripresa e la ripartenza – sottolineano – va alzata l’attenzione sulle misure di prevenzione e protezione e sul rispetto della normativa perché un lavoratore, una lavoratrice che esce di casa per andare a lavorare ha il diritto di tornarci, la vita delle persone deve essere un valore collettivo superiore al profitto”. 
 
Con l’iniziativa di mobilitazione di mercoledì prossimo Cgil, Cisl e Uil diranno ancora una volta basta, “delineando precisi interventi d’azione, individuando soggetti e ambiti che concretizzino quanto urgente e necessario”, e avvieranno una “campagna di re-azione, fatta di iniziative che dovranno svolgersi sul territorio (nelle modalità consentite e praticabili), nella cornice dei temi espressi nella piattaforma nazionale”. 
 
“All’assemblea – aggiungono Dettori, Colombini e Veronese – parteciperanno i nostri rappresentanti, RSA/RSU – RLS/RLST, perché è grazie a loro e attraverso di loro, impegnati ogni giorno sui posti di lavoro, che il cambiamento a cui puntiamo potrà realizzarsi, agendo soprattutto con la contrattazione, il presidio e l’impegno di energie fisiche e intellettuali”.
 
 

Allegati a questo articolo

Condividi