1. Home
  2. »
  3. Notizie
  4. »
  5. Notizie > Europa e Mondo
  6. »
  7. I regolamenti dei Fondi europei per...

I regolamenti dei Fondi europei per la coesione economica sociale e territoriale pubblicati in G.U dell’Unione Europea

Pubblicato il 6 Lug, 2021

I regolamenti dei Fondi europei per la coesione economica sociale e territoriale, pubblicati lo scorso 1° luglio nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 231:

· Regolamento (UE) 2021/1060 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021, recante le disposizioni comuni applicabili al Fondo europeo di sviluppo regionale, al Fondo sociale europeo Plus, al Fondo di coesione, al Fondo per una transizione giusta, al Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l’acquacoltura, e le regole finanziarie applicabili a tali fondi e al Fondo Asilo, migrazione e integrazione, al Fondo Sicurezza interna e allo Strumento di sostegno finanziario per la gestione delle frontiere e la politica dei visti.

· Regolamento (UE) 2021/1056 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021, che istituisce il Fondo per una transizione giusta.

· Regolamento (UE) 2021/1057 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021, che istituisce il Fondo sociale europeo Plus (FSE+) e che abroga il regolamento (UE) n. 1296/2013.

· Regolamento (UE) 2021/1058 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021, relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e al Fondo di coesione.

· Regolamento (UE) 2021/1059 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 giugno 2021, recante disposizioni specifiche per l’obiettivo «Cooperazione territoriale europea» (Interregionale) sostenuto dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dagli strumenti di finanziamento esterno.

All’interno del regolamento generale, oltre agli obiettivi comuni dei fondi, vengono anche regolamentati il partenariato, il ruolo del comitato di sorveglianza, le regole relative ai siti informativi sui fondi ed alla trasparenza delle informazioni. Queste ultime tematiche, oggetto più volte dei confronti con i sindacati, sono valide per tutti i fondi sopraelencati. In questo ciclo di programmazione non è incluso il FEARS (Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale).

Il regolamento comune è la cornice all’interno del quale vengono successivamente definiti i dettagli relativi agli altri fondi, pertanto le sue regole debbono essere applicate anche a quelli che seguiti maggiormente dal sindacato: FESR (Fondo europeo per lo sviluppo regionale) e FSE+ (Fondo sociale europeo plus).

Allegati a questo articolo

Condividi