1. Home
  2. »
  3. Notizie
  4. »
  5. Primo Piano
  6. »
  7. Lavoro. Cgil Cisl Uil scrivono al...

Lavoro. Cgil Cisl Uil scrivono al premier Conte chiedendo un incontro urgente. Furlan: “Servono risposte su vertenze aperte, riforma fiscale e pensioni”

Pubblicato il 17 Feb, 2020
segreterieunitarieRoma, 17 febbraio 2020 – “Il confronto tra Governo e sindacati su fisco e pensioni è un buon segno, ma non sufficiente”. Lo ha affermato la leader della Cisl, Annamaria Furlan, al termine di una riunione delle segreterie unitarie di Cgil Cisl Uil.  “Abbiamo inviato oggi una lettera al Presidente del Consiglio -ha proseguito Furlan- per una richiesta urgente di incontro sulle tante vertenze aperte e sui gravi problemi economici  e per definire una cabina di regia chiara che definisca la strategia per le crisi aziendali, su come sbloccare i cantieri e gli investimenti pubblici. E’ davvero urgente e rischiamo di essere fuori tempo massimo. Su vertenze come Alitalia, Ilva e Auchan leggiamo le cose sui giornali. Per ora  sulle pensioni abbiamo fatto degli incontri. Il 19 febbraio ci sarà l’ultimo. Il Governo è stato tutto orecchie ad ascoltarci, ma non ha detto una parola. Sul fisco, dopo i 3 miliardi sul cuneo, non abbiamo avuto alcuna interlocuzione. Marzo è il mese fondamentale. Dopo la fase di ascolto vogliamo capire con quali risorse e progetti si intende andare avanti su pensioni e fisco”.

Furlan ha auspicato “risposte positive” da parte del Governo, con “risorse idonee per realizzare riforme vere. Ci aspettiamo dopo tanto ascolto risposte, progetti e proposte con risorse adeguate per consentire al Paese di fare passi avanti. Siamo preoccupati per i dati economici tutti negativi su crescita, produzione industriale e occupazione. Vedremo se le proposte del sindacato troveranno ascolto e attenzione”. “Il senso della nostra azione oggi e’ che entro aprile deve essere definito il nuovo Def, per la richiesta di incontro con Conte cio’ che rivendichiamo e’ che si avvii una fase di riforme e cambiamenti veri”. 
 
Ed in questa riunione  i leader delle tre confederazioni, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo hanno scelto di celebrare il prossimo Primo maggio a Padova

Condividi