1. Home
  2. »
  3. Notizie
  4. »
  5. Primo Piano
  6. »
  7. Riforma modello contrattuale. Positivo l’incontro con...

Riforma modello contrattuale. Positivo l’incontro con Confindustria: al centro l’impresa e il lavoro

Pubblicato il 7 Dic, 2016

ConfindustriaSindacatiRoma, 7 dicembre 2016. “E’ stato un incontro molto positivo che necessariamente è partito dall’ analisi della situazione industriale del nostro paese e dall’ assoluto bisogno di rimettere al centro una cultura industriale produttiva”. E’ quanto ha dichiarato la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, alla fine dell’ incontro di oggi con Confindustria. “La prima questione vera su cui ci confronteremo è come si ricostruisce nel paese una cultura industriale e come si fissano alcune proposte che insieme Cgil Cisl Uil e Confindustria offriranno al dibattito complessivo ed a tutti i livelli istituzionali su quelle che sono, a nostro avviso, le priorità per rimettere al centro la capacità produttiva industriale e per creare condizioni di crescita, di sviluppo e di sistema assolutamente indispensabili. Industria 4.0 è una scommessa importante per il paese che deve però vedere al centro la qualità del lavoro ed ovviamente creare le condizioni di possibilità di crescita di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori. In questo senso i temi dell’innovazione, della formazione, del welfare e del Mezzogiorno sono assolutamente tra le prime questioni che le parti sociali devono affrontare insieme. Sono i temi che contribuiranno a definire un quadro organico e propedeutico alla discussione sul ruolo della contrattazione. Rispetto a questo c’è elaborazione, confronto, un lavoro complessivo delle organizzazioni. A gennaio avremo il primo appuntamento politico che penso possa raccogliere le tante condivisioni che abbiamo rispetto ad alcune questioni, ma anche continuare il confronto sui nodi che sono da sciogliere per elaborare una proposta complessiva che metta al centro l’impresa ed il lavoro. Un metodo di lavoro che abbiamo assunto e che ci sembra assolutamente innovativo ed importante”.

E in una nota congiunta  Cgil, Cisl , Uil e Confindustria  entrano nel merito dei contenuti al centro dell’incontro di oggi:  “In momento di crisi politica e istituzionale –  spiegano – le parti sociali si sono viste oggi per confrontarsi e condividere le rispettive analisi sulla situazione economica e sulle misure possibili per rimettere in moto la crescita, gli investimenti, l’occupazione. Cgil, Cisl, Uil e Confindustria hanno discusso i contenuti del “patto della fabbrica”, che richiede un intervento organico su innovazione, formazione, conoscenza, giovani e Mezzogiorno, e hanno concordato sulla necessità di sostenere un’idea di politica economica e industriale nazionale che dia forza alla competitività delle imprese e impulso alla crescita occupazionale. A questo scopo, le parti hanno deciso di proseguire il confronto sui temi del welfare, della bilateralità, del riordino della rappresentanza e dei perimetri contrattuali. Temi che contribuiranno a definire un quadro organico e propedeutico alla discussione sul ruolo della contrattazione, che dovrà essere di riferimento in futuro”. E concludono ricordando di aver colto l’occasione per sollecitare l’attuazione dell’accordo siglato il 1° settembre sulla gestione delle crisi aziendali”.

http://www.youtube.com/watch?v=4U0s_ODkH-M

Condividi