L’appello del mondo cattolico. Costruiamo una vera Europa unita delle persone, del lavoro e della crescita"

Convegno Europa8Roma, 30 novembre 2018 - "L'Europa deve essere delle persone, del lavoro, della crescita per garantire uno stato sociale di grande dignità". Così la leader della Cisl, Annamaria Furlan, a margine del Convegno 'La nostra Europa' promosso dalla Fondazione Tarantelli, Acli, Azione Cattolica, Comunità di Sant’Egidio, Confcooperative, Fuci ed Istituto Sturzo, svoltosi al Palazzo della Cooperazione a Roma. 

"Vogliamo che la politica sia attenta ai valori. Occorre un impegno della politica tutta verso la costruzione di un futuro" ha proseguito la leader della Cisl. "E chi condivide sentimenti e ideali del mondo cattolico credo abbia il dovere non di andare in politica ma di suggerire e di aiutare ad impostare un Paese che ragiona su alcuni dati fondamentali: il primo grande diritto di cittadinanza è quello del lavoro. Quindi costruire l'Europa del lavoro deve essere un impegno condiviso di tutti i cittadini" ha detto ri cordando che "l'unità tra i popoli europei è un' esigenza su cui la Cisl è impegnata dalla sua fondazione. Il nostro paese ha tanto bisogno dell'Europa, anche per promuovere la pace nel mondo, ma l'Europa deve cambiare a partire dal fiscal compact, concentrandosi piu' sugli investimenti per garantire un futuro attraverso il lavoro".

Ed a proposito di lavoro "ancora una una volta il tema vero del Paese" , la Segretaria generale della Cisl  nel commentare i dati sull'occupazione diffusi dall'Istat ha ribadito che l'Italia "ha bisogno di una scossa forte per far ripartire il lavoro ed alzare reddito e consumi. E far ripartire la crescita significa innanzitutto creare lavoro. Chiediamo  - ha aggiunto - un cambiamento forte che metta al centro il lavoro e quegli investimenti pubblici che servono per crearne di nuovo". Per questo "con Cgil e Uil illustreremo con grande chiarezza i punti della piattaforma unitaria sulla manovra"  ha detto annunciando che con molta probabilità presto vi sarà un incontro con l'Esecutivo: "Abbiamo contatti con il governo, ci vedremo molto presto, probabilmente il 10 per discutere di manovra e quindi di crescita, investimenti, infrastrutture, innovazione e ricerca, cioe' della tastiera della crescita".

E passata poi a parlare del tema sicurezza che per Furlan occorre conciliare con il tema di come l'accoglienza e l'integrazione dei migranti costruisce un'Italia migliore. Dobbiamo integrare l'accoglienza garantendo i diritti fondamentali delle persone, a partire dagli italiani ma noi siamo un popolo di migranti e sappiamo cosa vuol dire arrivare in un paese straniero". E poi la sicurezza sul lavoro: "Siamo un paese dove regolarmente purtroppo, si muore di lavoro. Vorrei si parlasse anche di questa sicurezza", ha concluso.

Leggi anche:

Europa. Furlan: Europa. Furlan: "La partecipazione è la base di un nuovo progetto comunitario"
12 Novembre 2018 - "Il tema della partecipazione, per un nuovo progetto comunitario, è fondamentale. Per sentirti cittadina e cittadino europeo devi...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa