Migranti. Sbarra: "Dalla Manifestazione di Milano un messaggio forte e chiaro a politica ed istituzioni. Ora aprire fase di dialogo sociale su lavoro, coesione ed integrazione"

Migranti manifestazione Milano22 marzo 2019 - "Oggi abbiamo lanciato un messaggio forte e chiaro al  mondo della politica ed alle istituzioni, tante bandiere, tante sensibilità si sono unite per richiamare le radici dei nostri valori costituzionali che si nutrono di antirazzismo e antifascismo, si oppongono alle discriminazioni di genere, alla disuguaglianza ed allo sfruttamento. Dobbiamo aprire una fase nuova, in cui sia messa al centro la dignità di ogni persona. Serve collaborazione sociale su obiettivi comuni che si chiamano sviluppo ed integrazione, lotta alla precarietà, contrasto alle violenze sulle donne. Lavoro e politiche sociali devono essere al centro di questa stagione, sono la chiave essenziale per costruire coesione e diritti di cittadinanza". Lo sottolinea Luigi Sbarra, Segretario generale aggiunto della Cisl, che oggi ha partecipato a Milano insieme al Segretario confederale Andrea Cuccello, ad una delegazione della Cisl e dell' AnolfNazionale alla  manifestazione "People primalepersone" per il rispetto di ogni persona, l’accoglienza, il diritto all’inclusione sociale.
"Inclusione e solidarietà - ha aggiunto il sindacalista - sono elementi determinanti su cui ripensare una politica sull'immigrazione saldata ad una strategia comunitaria lungimirante. La sfida di una integrazione sostenibile nel lavoro è una frontiera morale ed economica che non possiamo disertare. L'Unione deve rispondere compatta, gli egoismi sono ancora troppi: il Regolamento di Dublino sia riformato nella direzione di una piena assunzione di responsabilità di tutti gli Stati. Ma nel frattempo le persone vanno salvate, non c'è argomento, politico o tecnico che sia, che giustifichi la perdita di una vita umana".

"La svolta per lo sviluppo - ha sottolineato ancora Sbarra - parte da qui, da tutti noi, dalla capacità del Governo di lavorare insieme ai corpi intermedi per sbloccare gli investimenti che servono a dare certezze a milioni di persone, a restituire stabilità a milioni di giovani e meno giovani incastrati nel lavoro povero, a genera è intervenuta dal re occupazione di qualità e politiche sociali che sostengano le famiglie, gli anziani, i non autosufficienti e le tante marginalità che abitano le nostre comunità. Serve uno scatto nelle politiche pubbliche che dia voce ai bisogni profondi delle persone, spezzi le catene della paura e promuova un Patto comunitario da cui dipende la crescita civile, morale ed economica di tutto Paese", ha concluso.

E sulla 'straordinaria' manifestazione contro il razzismo ed ogni forma di discriminazione cui hanno partecipato più di 200 mila persone è intervenuta anche la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan dal suo account twitter: “un segnale importante - ha osservato -  tanti  militanti anche della Cisl, dell’Anolf, delle categorie. Un solo slogan: prima le persone. Questa è l’Europa e l’Italia dell’integrazione che bisogna costruire”.

 

Leggi anche:

Migranti. Furlan: Migranti. Furlan: "Un segnale importante la Manifestazione di Milano. Questa è l’Europa e l’Italia dell’integrazione da costruire"
2 marzo 2019 - “Un segnale importante la straordinaria Manifestazione di Milano contro il razzismo ed ogni forma di discriminazione. Tanti i militanti...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa