La commemorazione alla Sapienza di Ezio Tarantelli. Furlan: "A distanza di 34 anni rimane un punto di riferimento costante per la Cisl"

 27 marzo 2019 - "A distanza di 34 anni dal suo barbaro assassinio, Ezio Tarantelli rimane un punto di riferimento costante per la Cisl. Era un riformatore vero che voleva migliorare la condizione dei lavoratori con la forza delle idee e del confronto tra istituzioni e parti sociali. Un’utopia a favore dei deboli contro l’arroganza dei forti”. Lo scrive su twitter la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, ricordando la figura dell’economista Ezio Tarantelli ucciso 34 anni fa, il 27 marzo del 1985, a Roma da un commando delle brigate rosse nel piazzale della facoltà di Economia della Sapienza dove stamattina si è svolta la commemorazione alla presenza dei familiari di Tarantelli, dei vertici dell’Università "La Sapienza" e dei sindacati confederali, di amici e colleghi del docente romano sostenitore dell’accordo di San Valentino sul taglio della scala della mobile del 1984.

Stampa