Borsellino. Furlan: "Il lavoro è ciò che rende liberi dai ricatti della malavita"

19 luglio 2019 - “La Cisl non dimentica Paolo Borsellino e gli agenti della sua scorta, servitori dello stato ed eroi del nostro tempo a cui gli italiani saranno sempre riconoscenti". È quanto sottolinea oggi sul quotidiano "Il Dubbio" la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, ricordando la figura del magistrato assassinato 27 anni fa a Via D'Amelio.
"Quelle stragi orribili di Palermo, furono un colpo durissimo per il nostro paese. Falcone e Borsellino erano due grandi magistrati che avevano cercato di combattere la mafia con grandi capacita' investigative, individuando responsabilità, convivenze e connessioni, anche dentro lo Stato", aggiunge la leader della Cisl. "Non bisogna abbassare la guardia. Oggi in Italia la presenza e le infiltrazioni di mafia, 'ndrangheta e camorra sono forse ancora più forti del passato ed anzi si sono estese in tutte le aree del paese, nelle attività economiche, negli appalti pubblici, nel gioco d'azzardo, nella gestione dei rifiuti, nel caporalato, nello sfruttamento dell'immigrazione clandestina".
Furlan sottolinea anche, nel suo intervento, l'impegno rilanciato in queste settimane dalla Cisl nelle periferie urbane e del lavoro. "La criminalità si annida nella povertà, si nutre oggi delle diseguaglianze crescenti nel paese, nel senso di solitudine e di frustrazione delle persone. E' un errore pensare che la lotta per la legalità sia cosa diversa e separata da quella per la crescita sociale, per gli investimenti e per lo sviluppo economico. Il tempo di questa lotta è unico. Il lavoro è ciò che rende liberi dai ricatti della malavita, che rende davvero la persona completa, le permette di esprimersi, di contribuire al bene comune". 

Leggi anche:

"Dopo Capaci il sindacato scese in piazza. Ma oggi le mafie sono ancora forti". Lettera di Annamaria Furlan al direttore de "Il Dubbio", 19 luglio 2019
"... come era già accaduto negli anni tragici del terrorismo, fu il mondo del lavoro a scendere in campo per sollecitare una risposta unitaria ed...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa