Mafia. La Cisl aderisce alla giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime di mafia

Roma, 21 marzo 2016. Lunedì 21 marzo è la Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, promossa da Libera ed Avviso pubblico e a cui la Cisl aderisce. Gunta alla sua XXI edizione, la mobilitazione si svolge e vede la manifestazione principale a Messina. Iniziative anche a Napoli, Torino, Reggio Emilia, Perugia, Imperia, Milano, Roma ed all’estero a Losanna, Parigi e Bruxelles. La manifestazione di Messina è stata seguita in diretta da RAI News con collegamenti  con Napoli, Perugia e Torino.

A Messina la manifestazione si è svolta con il seguente programma: Ore 9.00 concentramento Manifestazione Piazza Filippo Juvara; Ore 10.00 partenza del corteo Ore 11.30 Arrivo in Piazza Duomo con lettura dei nomi delle vittime delle mafie ed interventi; Ore 14.30 - 17.30 Seminari tematici tra i quali vi segnaliamo quello su "Legalità è lavoro" (organizzato da CGIL CISL UIL) - Camera di Commercio di Messina, P.zza Cavallotti (Sala consulta 1° piano).

"L’adesione della CISL alla giornata della memoria del 2016 - ha dichiarato Bernava segretario confederale Cisl - intende ribadire la necessità di rilanciare l’impegno per una strategia articolata per contrastare e sconfiggere il potere delle mafie in tutto il Paese. Un’azione di contrasto che il mondo del lavoro deve assumere come impegno rilevante, come leva indispensabile per agevolare la crescita e lo sviluppo. Le mafie infatti, disponendo di ingenti risorse finanziarie derivanti dalle attività criminali, dimostrano capacità di condizionare gli investimenti privati e pubblici alimentando così, nuovi fattori distorsivi e di degrado dell'economia già indebolita dalla lunga recessione. Per questo il coinvolgimento e l’adesione della Cisl deve rappresentare l’occasione per consolidare la stretta collaborazione tra mondo sindacale e quello del volontariato e delle associazioni impegnate sui vari fronti della lotta alle illegalità. La partecipazione della Cisl e del sindacato deve riconfermare la battaglia contro il lavoro nero, l’infiltrazione della criminalità nel mercato degli appalti di opere pubbliche e servizi, il contrasto alla diffusione del caporalato e dello sfruttamento criminale dei flussi migratori" ha concluso Bernava. 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa