Thyssenkrupp. Confermate dalla Cassazione le condanne dell'appello. Furlan: "La giustizia ha vinto, ora piu' sicurezza e meno tragedie"

Roma, 13 maggio 2016- La Cassazione ha respinto la rischiesta del procuratore generale e confermato le condanne dell'appello bis nei confronti dei sei imputati per il rogo alla Thyssen nel quale, nel dicembre 2007, morirono sette operai. "Dalla Corte di Cassazione una decisione saggia su Thyssen. La giustizia ha vinto. Ma ora più sicurezza e meno tragedie sul lavoro" scrive in un tweet dal suo profilo personale la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, che nel pomeriggio aveva giudicato la richiesta del Pg della Cassazione di annullare la sentenza nei confronti dei responsabili di quella tragedia "un segnale di scarsa considerazione non solo per il dramma che hanno vissuto i familiari dei lavoratori morti nel rogo della Thyssen ma anche per tutte le famiglie dei lavoratori italiani caduti sul lavoro in un paese come l'Italia, bisogna ricordarlo, dove ogni giorno muoiono in media tre lavoratori a causa di incidenti sul lavoro. Ecco perché non bisogna mai rinunciare a chiedere giustizia e la certezza di una pena esemplare" aveva sottolineato.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa