Fisco. Furlan: "Per combattere l'evasione serve una forte alleanza tra Stato e cittadini"

tasse30 marzo 2017- "L'evasione fiscale rimane una delle questioni principali che ancora oggi non ha avuto sufficienti risposte. Siamo ancora lontani anni luce prima di debellare questo vero e proprio cancro dell' economia italiana". Lo ha detto  a Torino la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, intervenuta al Congresso della Cisl dell'Area Metropolitana Torino-Canavese. Commentando i dati dell'evasione fiscale Furlan ha sottolineato come "ogni euro evaso" significhi "meno servizi sanitari, meno formazione, meno aiuti e supporti alle tante povertà che esistono nel nostro paese ma soprattutto meno investimenti per la crescita. Quindi la lotta all'evasione rimane al centro della nostra attenzione, anzi deve essere una lotta assoluta basata su una forte alleanza tra stato e cittadini. La Cisl ha presentato una legge di iniziativa popolare per riformare il fisco e tagliare l'Irpef. Quando qualcuno ci chiedeva come recuperare le risorse rispondevamo attraverso il contrasto di interessi che è la formula più sicura per debellare l'evasione fiscale, oltre la certezza della pena e le funzioni ispettive. Il contrasto di interessi dove è stato applicato, ad esempio nell'edilizia, ha avuto davvero una risposta molto significativa. Questo strumento andrebbe esteso a tutte le spese per i servizi esattamente come fanno altri paesi, rendendo davvero vantaggioso per i cittadini chiedere e poi scaricare in parte le ricevute fiscali e gli scontrini. Questo è il modo di abbattere un tasso di evasione spropositato come il nostro".

Leggi anche:

Fisco. Allarmanti i dati della Corte dei Conti. Non aspettare il 2018 per la riforma fiscale Fisco. Allarmanti i dati della Corte dei Conti. Non aspettare il 2018 per la riforma fiscale
5 aprile 2017.  “Il sistema fiscale italiano va cambiato come la Cisl sollecita da tre anni e come ha rilevato oggi anche la Corte dei Conti...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.