Siria. Furlan: "L'Onu e la Comunità internazionale diano una risposta forte e concreta per fermare il massacro"

SIRIA5 aprile 2017- “Ci aspettiamo una risposta forte e concreta dall’Onu e da tutta la comunità internazionale che ha il dovere di intervenire per fermare il massacro in corso in Siria e creare le condizioni per la pace in questa area così martoriata del Medio Oriente”. Lo sottolinea la Segreteria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, in una nota osservando come "le immagini terribili dei bambini e dei tanti civili uccisi con il gas in Siria sono un pugno nello stomaco per tutti. La Cisl e tutto il movimento sindacale deplorano questa ennesima tragedia che fa inorridire le lavoratrici ed i lavoratori italiani. Come ha detto oggi Papa Francesco bisogna fare ogni sforzo politico e diplomatico per fermare questa strage. L' Unione Europea e chi ha responsabilità politiche a livello locale ed internazionale non può rimanere inerme di fronte all’uso delle armi chimiche, ai bombardamenti e di altri mezzi di distruzione di massa".

copyright foto: Pablo L. Orosa

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa