Lavoro. Il sindacato e' la risposta collettiva ai populismi in Europa ed in Italia

bandieraCislCerva, 10 maggio 2017.  "Il sindacato confederale, anche nella sua dimensione internazionale, e' la risposta collettiva ai populismi ed al ritorno dei nazionalismi nel mondo, in Europa ed anche nel nostro paese". Lo ha detto a Cervia la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan nel suo intervento al Congresso regionale della Cisl dell' Emilia Romagna. "I problemi delle persone e del mondo del lavoro non si risolvono con il populismo politico ne' tantomeno con il populismo sindacale come e' accaduto purtroppo nella vicenda Alitalia". La Furlan ha ricordato come "in questi anni di grave crisi economica e sociale, attraverso tanti accordi aziendali e contratti di solidarieta' il sindacato ha salvato tanti posti di lavoro ed anche tante imprese nel silenzio di tanti opinionisti. E' con la contrattazione che si affrontano i bisogni dei lavoratori ed anche le esigenze delle imprese. Ecco perche' noi respingiamo questo modello sociale verticale e di disintermediazione che vuole fare a meno del sindacato attraverso un rapporto diretto tra i lavoratori e l'impresa. Per rispondere ai populismi occorre invece un modello economico, sociale e politico che metta al centro il lavoro e la persona, perche' solo attraverso la partecipazione dei lavoratori  si costruisce il futuro della nostra societa'".
La leader della Cisl ha inoltre sottolineato che "gia' nella manovra di fine anno ci aspettiamo un segnale chiaro del Governo sulla riforma fiscale. Nel Def non c'e' traccia di questo tema. Ma il 2018 deve essere l'anno della riforma dell'Irpef per i lavoratori ed i pensionati. Dobbiamo farlo utilizzando il metodo del confronto e con una piattaforma unitaria del sindacato, come si e' fatto con la riforma dei contratti e le modifiche al sistema previdenziale". 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.