Migranti. "L'Europa sia responsabile: non trasformiamo l'accoglienza in un problema solo economico"

immigrati15 luglio 2017- "Il Governo italiano fa bene a protestare in maniera forte e chiara in sede europea ed in tutti gli ambiti politici e diplomatici contro l'atteggiamento dell'Austria che vuole chiudere con una decisione grave i propri confini all'ingresso dei profughi". Lo sottolinea la Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan. "Speriamo che sul tema dei migranti si trovi un accordo vero nel vertice di Tallin. Fa bene il ministro Minniti a richiamare l'Europa al suo senso di responsabilita'. E' infatti davvero disarmante l'idea di affrontare il problema dell'accoglienza e degli sbarchi attraverso un impegno monetario quasi a titolo risarcitorio nei confronti del nostro paese come era gia' accaduto con la Turchia. Non e' questa la strada che l'Europa deve adottare di fronte al drammatico esodo di migliaia di persone che scappano dalla guerra, dalle persecuzioni e dalla fame. Occorre cambiare il regolamento di Dublino che non e' riuscito a garantire alcuna protezione ai richiedenti asilo e chiedere a tutti gli stati europei di fare ciascuno la propria parte in termini di accoglienza e di integrazione dei profughi. Non possiamo ridurre il tutto a una mera questione di soldi. Il Governo italiano non deve cedere di fronte all'atteggiamento nazionalistico e xenofobo di alcuni paesi europei perche' qui e' in gioco non solo la sopravvivenza di migliaia di vite umane ma anche la capacita' del nostro paese di far fronte a questa emergenza umanitaria con il sostegno solidale dei cittadini, come e' avvenuto finora in Sicilia ed in tante altre regioni italiane".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.