Borsellino. Furlan: “Commozione sempre forte. La battaglia contro la mafia non è finita”

Roma, 19 luglio 2017. "A 25 anni dalla strage di Via D’Amelio la nostra commozione è sempre forte. Le istituzioni, il mondo del lavoro e la società civile devono essere ancora più uniti nel nome di Paolo Borsellino e degli agenti della sua scorta. La Cisl non dimentica il loro sacrificio. La battaglia contro la mafia e per la giustizia non è finita. Va combattuta oggi più di ieri con determinazione sull’esempio coraggioso di tanti magistrati e di tanti poliziotti che sono caduti per l’impegno contro l’illegalità ed il ricatto della mafia". Lo scrive la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, sulla pagina Facebook della Cisl, ricordando l’anniversario dell’assassinio di Paolo Borsellino e dei suoi cinque agenti di scorta avvenuto venticinque anni fa in Via D’Amelio a Palermo.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.