Poste. Furlan: "Tenacia e sacrifici premiati. Dopo anni di faticosi confronti firmato il rinnovo del contratto"

Roma, 30 novembre 2017. Dopo quasi due anni di intenso confronto, è stato siglato il rinnovo del Contratto per il personale del Gruppo Poste Italiane, vigenza anni 2016-2018. A fronte delle iniziali rigidità aziendali, finalizzate ad introdurre nell’articolato normativo le novità legislative di questi ultimi anni in tema di lavoro (Jobs Act), è stata premiata la tenacia e la piena consapevolezza dei sacrifici profusi dai lavoratori sul fronte del risanamento dei conti e consolidamento aziendale. "Quello sottoscritto è un contratto di qualità, sia dal punto di vista economico che normativo", ha commentato il Segretario generale di Slp Cisl, Luca Burgalassi. Tra i tanti punti, si rafforza il previgente sistema di garanzie e di tutele; viene condiviso un valido sistema di relazioni industriali ed è concordato un sistema di Welfare Aziendale moderno e solidale (non ultimo l’istituzione del Fondo Sanitario Integrativo). , oltre all’incremento del peso del contributo aziendale in materia di pensione integrativa (Fondoposte)". Positiva la parte economica, così declinata: euro 81,50 sui minimi tabellari da erogare in due tranche (febbraio euro 40,00, ottobre euro 41,50); 12,50 su Fondo Sanitario; 8,00 su Fondo Poste (da 1,9 % a 2,3%) 1,00 euro circa da destinare all’innalzamento delle  maggiorazioni per lavoratori Part Time (15% per clausola speciale e lavoro supplementare), per un totale complessivo, a regime, di 103,00 euro medi pro capite. Prevista Una Tantum di euro mille medi, da corrispondere con lo stipendio di gennaio 2018 in favore di tutti i lavoratori in servizio al 30 novembre 2017. "Tale risultato, ottenuto in un contesto economico e d’impresa delicatissimo per l’Azienda Paese, - ha aggiunto Burgalassi - premia la perseveranza e la coerenza delle scriventi Organizzazioni che in tutti questi mesi di confronto, anche aspro, hanno sempre perseguito scelte nell’esclusivo interesse delle Lavoratrici e dei Lavoratori di Poste Italiane. Tutto ciò nella consapevolezza che soluzioni affrettate e poco ponderate difficilmente avrebbero portato ad un simile positivo epilogo di rinnovo contrattuale". Per la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, "è positiva la firma contratto lavoratori postali che garantisce giusti aumenti salariali ed introduce nuove ,importanti tutele.Altro tassello innovativo nelle relazioni industriali che conferma la vitalità,il ruolo negoziale centrale della Cisl in tutti i settori produttivi".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.