Thyssenkrupp. Dieci anni dal terribile rogo che uccise sette lavoratori. Furlan: "Le parole del Presidente Mattarella siano un monito per tutti noi"

Firenze, 5 dicembre 2017 - "Le parole del Presidente Mattarella non sono solo condivisibili, ma devono interrogare tutti noi: ogni morte sul lavoro non e' solo la perdita di una vita ma e' una sconfitta per tutto il Paese".  Così la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan oggi a Firenze a margine di un convegno contro lo sfruttamento della prostituzione,  commenta quanto espresso dal presidente della Repubblica che nel giorno del decimo anniversario della tragedia della Thyssenkrupp, il rogo nell'acciaieria di Torino dove persero la vita sette operai, ha detto come questa tragedia rappresenti "una ferita che non si rimargina" e come ci sia ancora molto da fare in tema di sicurezza sul lavoro. 

"Se si rimette al centro il lavoro, il rapporto tra lavoro e la persona, la dignita' del lavoro, ecco che si trovano strumenti, coraggio, forza e risorse per debellare questa piaga sociale terribile per cui ogni anno tanti lavoratori e lavoratrici perdono la loro vita o rimangono gravemente infortunati. Su questo i dati statistici parlano chiaro" ha concluso la leader della Cisl. 

Leggi anche:

Infortuni. Incendio alla Vaber di Torino, due lavoratori ustionati. Furlan: Infortuni. Incendio alla Vaber di Torino, due lavoratori ustionati. Furlan: "Fatto grave che ci addolora molto, mai abbassare la guardia sulla sicurezza"
Roma 6 dicembre 2017 - A dieci anni dalla tragedia della Thyssenkrupp, il rogo nell'acciaieria di Torino dove persero la vita sette operai, oggi...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa