Lavoro. Furlan: "Divario donne-uomini è ancora situazione grave"

Roma, 20 gennaio 2018. "Sono dati che dovrebbero far riflettere tutti. Le donne continuano ad essere l’anello debole del mondo del lavoro. Una situazione davvero inaccettabile”. Cosi' la leader della Cisl, Annamaria Furlan, commenta i dati dell’Onu sul divario salariale tra uomini e donne. “E’ un tema su cui il sindacato a livello internazionale deve fare di piu’ ponendo in tutti i consessi di affrontare il tema del divario salariale e di una migliore conciliazione tra il lavoro delle donne e la cura della famiglia. Anche se va detto che nel nostro paese abbiamo fatto passi avanti negli ultimi anni attraverso la diffusione della contrattazione a tutti i livelli. Dobbiamo garantire alle donne che lavorano reali politiche attive di valorizzazione e di promozione. Piu' sviluppo professionale anche a chi come le donne deve in molti momenti della loro vita conciliare il lavoro con la cura delle persone. Con i contratti stiamo puntando molto sul welfare aziendale, negoziando cose concrete: assistenza sanitaria integrativa, bonus economici per ogni bambino nato, nidi aziendali, una maggior flessibilità dell’orario di lavoro, piu' telelavoro, piu' formazione. Ma anche lo stato dovrebbe fare di piu' con interventi fiscali mirati per ridurre il divario salariale tra uomini e donne, come fanno altri paesi europei. Su questo siamo molto in ritardo. Se anche chi si assenta per maternità o effettua orari a part time per la cura dei figli non venisse considerato come spesso accade una lavoratrice residuale ma una risorsa su cui continua ad investire, si attenuerebbero i differenziali ingiustificati dei salari. Il 12% della forza lavoro in Italia è costretta ad un lavoro part time in modo involontario. Si tratta per lo più di donne per le quali servirebbero nuove politiche di rafforzamento occupazionale o di integrazione salariale se costrette ad orari settimanali troppo bassi vicini alla quasi disoccupazione".

Leggi anche:

Crisi - Furlan: Crisi - Furlan: "Il lavoro si crea facendo ripartire la produzione industriale"
Questo il richiamo al Governo da parte del Segretario generale della Cisl, Furlan in occasione della manifestazione regionale "Il lavoro sopra tutto"...
Lavoro. Furlan: Lavoro. Furlan: "Urgente un nuovo modello contrattuale"
Roma, 25 maggio 2015. "E' urgente e importante che si definisca il nuovo modello contrattuale, rafforzando il secondo livello di contrattazione,...
Lavoro. Furlan: Lavoro. Furlan: "Segnali incoraggianti ma serve patto sociale per favorire investimenti e rispondere concretamente all'appello di Papa Francesco"
3 giugno 2015- "I dati dell'Istat di aprile sul tasso di occupazione sono certamente incoraggianti e rappresentano un segnale positivo, frutto della...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa