Lavoro. "Il Patto Confindustria-sindacati attualizza il pensiero di Biagi e Tarantelli. La politica valorizzi la via autonoma e di autogoverno dei corpi intermedi"

Furlan2Roma, 20 marzo 2018. "Non bisogna mai dimenticare tutte le vittime del terrorismo ed avere il giusto rispetto per il dolore inconsolabile dei loro parenti e dei loro amici". Lo ha scritto la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan sul 'Sole 24 ore', all'indomani dell'anniversario della morte del giuslavorista Marco Biagi, in un lungo intervento sull'attualità del pensiero suo e di Massimo D'Antona ed Ezio Tarantelli,  uccisi in epoche diverse dalle Brigate Rosse.
"Erano riformatori che partivano dal dialogo, intellettuali liberi che volevano cambiare in senso positivo un impianto economico e sociale che non rispondeva più alle esigenze di qualità e competitività", sostiene la leader della Cisl.
"Biagi e Tarantelli volevano contribuire a cambiare il modello economico e produttivo nella convinzione che bisognasse dare una opportunità di lavoro a tutti, puntando sulle competenze, su una migliore formazione e qualificazione professionale, su un giusto equilibrio tra sviluppo industriale, difesa dell'ambiente, utilizzo intelligente delle nuove tecnologie".
Per Furlan è stata questa la sfida del “patto della fabbrica" siglato dai sindacati con Confindustria per modernizzare il sistema produttivo italiano. "Un accordo davvero innovativo che è figlio,ed anzi attualizza molte delle idee di Biagi e Tarantelli perché mira a coinvolgere di più chi lavora nelle aziende, punta sullo sviluppo della contrattazione aziendale e territoriale, apre la strada verso un sistema di relazioni industriali moderne, partecipative e soprattutto, stabili attraverso la prevista misurazione della rappresentanza di imprese e sindacati". Secondo la leader della Cisl "la politica dovrebbe valorizzare la via autonoma e responsabile di riformismo e di “autogoverno” tracciata dai corpi intermedi. La funzione delle parti sociali è fondamentale per il governo delle società complesse, indispensabile per favorire la coesione sociale, ridurre le diseguaglianze, sostenere gli investimenti".

Leggi anche:

Biagi. Furlan: Biagi. Furlan: "Era un vero riformista. Non va mai dimenticato il suo barbaro omicidio" 
Roma, 19 marzo 2018.  "Oggi ricordiamo Marco Biagi, un vero riformista, intellettuale libero, sostenitore del dialogo sociale per conciliare le...
Contratti. Siglata intesa sul nuovo modello contrattuale. Furlan: Contratti. Siglata intesa sul nuovo modello contrattuale. Furlan: "Un accordo che fa crescere il lavoro e il Paese"
Roma, 9 marzo 2018. "Un accordo che sottolinea il valore sociale del lavoro". Il commento della Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel...
D'Antona. Furlan: D'Antona. Furlan: "Era un riformista e sostenitore del dialogo sociale"
Roma, 20 maggio 2017. "La Cisl ricorda oggi Massimo D'Antona, riformista convinto, sostenitore del dialogo sociale assassinato 18 anni fa dalla follia...
"La lezione di Tarantelli rilancia la produttività", di Annamaria Furlan su "La Verità" del 28 marzo 2017
A 32 anni dall'assassinio di Ezio Tarantelli il suo modello felssibile risulta più che mai attuale. Lo scrive la Segretaria generale della Cisl in...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa