Calabria. Auto incendiata Assessore Roccisano, sindacati: "Atto vile che non rappresenta la civiltà dei calabresi"

Catanzaro, 23 Febbraio 2016 - "Il grave atto intimidatorio che ha colpito l’Assessore Regionale al Lavoro, Federica Roccisano, è stato un gesto vile che non rappresenta la civiltà del popolo calabrese". Così i Segretari Generali Calabria NIDIL CGIL FELSA CISL UIL TEM.P Antonio Cimino, Carlo Barletta e Gianvincenzo Benito Petrassi che condannano "senza se e senza ma quest’ulteriore azione criminale ai danni di un amministratore calabrese, sicuramente compiuta da chi vorrebbe farci sprofondare ancora una volta in una concezione becera e primitiva della Calabria e che ci deve spingere a non abbassare mai la guardia ma, al contrario, a perseverare nel cammino di legalità, trasparenza, democrazia a tutti i livelli, soprattutto in ambito politico-amministrativo, cosa che purtroppo in Calabria spesso non accade . L’Assessorato affidato alla Roccisano, in materia di Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali, è sicuramente tra quelli più strategici per la nostra regione, attraversato da continue tensioni sociali e da fragilità ataviche, ma nessuna giustificazione può trovare un simile tentativo di condizionamento delle istituzioni. Le modalità ‘ndranghetiste del gesto, poi, lo rendono ancora più odioso e non può che trovare la ferma condanna della società civile e di tutte le forze sane della nostra società. Di fronte allo stato di estrema difficoltà economica e di marcato disagio sociale, c'è bisogno più che mai di azioni concrete e di una politica che garantisca risposte concrete ai bisogni del popolo calabrese. Affidiamo allo Stato, attraverso gli organi inquirenti e alle forze di polizia, il compito di rintracciare al più presto i responsabili, chiedendo di intervenire con mano ferma e decisa per arginare la pericolosa deriva di minacce e abusi che stanno attraversando, con sempre maggiore recrudescenza, l’intero territorio regionale. Ribadiamo, infine, - concludono i segretari - la nostra più convinta vicinanza e la ferma solidarietà a Federica Roccisano, ed ai tanti amministratori imprenditori e sindacalisti che troppo spesso sono vittime di atti intimidatori".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.