"Quei soldi devono andare nelle tasche dei dipendenti. Bisogna investire sul lavoro" - Intervista ad Annamaria Furlan, 'La Stampa' del 26 Luglio 2019

furlan2018bisNon commentiamo le proposte del Governo perché devono arrivare. Ma possiamo esporre le nostre priorità. E' stato un incontro di ascolto, da parte del Governo. Il Presidente del Consiglio ci ha detto che non è ancora pronta una loro proposta di riforma fiscale e ha chiesto a noi quali sono le nostre valutazioni di priorità su questo tema. Cosa che peraltro avevamo già definito nella nostra piattaforma unitaria alla fine dello scorso anno. Abbiamo detto al Presidente che l'importante è che la riforma premi chi paga l'85% delle risorse dell'erario, lavoro dipendente e pensionati. Ma questo non può prescindere da una cosa che il Governo non è in grado di dire: quante risorse intende investire sulla riforma fiscale. Secondo i nostri calcoli servono 23 miliardi per l'Iva e almeno una decina su misure che già esistono come quota 100 e reddito di cittadinanza, poi c'è da tener conto della mancata crescita rispetto alle previsioni. Direi che siamo a palmi vicini ai 40 miliardi. Poi bisogna aggiungere la riforma del fisco, la copertura per i contratti pubblici, gli investimenti per la crescita...Sarà interessante capire capire le proposte che arriveranno dl Governo.

Leggi anche:

Fisco. Incontro Governo sindacati. Furlan: Fisco. Incontro Governo sindacati. Furlan: "Il Paese ha bisogno di una riforma fiscale che riduca le tasse a lavoratori e pensionati. Questa è la nostra priorità"
Roma, 25 luglio 2019 - "La riforma fiscale deve riguardare in primo luogo come rendere piu' pesanti i salari e le pensioni” perché “oggi l'85% dell'...

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (la stampa.pdf)La Stampa345 kB

Stampa