• Grandi temi
  • Ambiente, Energia, Salute e Sicurezza

Tap. I contenuti del 'tavolo tecnico' Cgil, Cisl e Uil, Società TAP e SNAM per la presentazione di progetti ed investimenti nel territorio pugliese

24 Novembre 2017 - I contenuti del Tavolo tecnico svoltosi tra Cgil, Cisl, Uil e TAP e SNAM per la presentazione dei progetti e degli investimenti programmati dalle due Società nel territorio pugliese. L’approfondimento si è svolto in continuità al confronto promosso dal Governo in materia e coordinato dal Ministro De Vincenti. Le aziende hanno descritto il piano di interventi strutturali che riguarderanno diversi settori dell’economia, dell’ambiente, della formazione e dell’istruzione locale. A regime l’ammontare complessivo dei progetti presentati sarà di oltre 56 milioni di €.

Gli obiettivi programmati e oggetto del confronto:

  • Piano di decarbonizzazione del territorio con interventi a sostegno della riconversione del mix energetico regionale in coerenza con le previsioni del Piano Energetico della Regione Puglia.
  • Realizzazione di impianti di produzione di biometano in accordo con le organizzazioni di categoria del settore agricolo.
  • Progetto di trasformazione del parco automobilistico pubblico con motori a metano.
  • Potenziamento della rete di distribuzione del metano per autotrazione.
  • Interventi di efficienza energetica per edifici pubblici e sostegno formativo per figure professionali nel settore.
  • Piano di inserimento formativo di 50 giovani laureati nelle aziende che partecipano al capitale di TAP (SNAM, BP, Fluxis, Energas, Axpo) con l’obiettivo della stabilizzazione per 25 di loro, valorizzando il rapporto con il mondo accademico locale con specifiche convenzioni con le Università del Salento e di Bari.
  • Realizzazione di un Centro di Ricerca sul territorio sui temi dell’energia e della sostenibilità ambientale.
  • Progetto di alternanza scuola lavoro che vedrà coinvolti centinaia di studenti di Istituti Tecnici locali.
  • Progetti per la strutturazione di percorsi di turismo ambientale e di sperimentazione del Bike Sharing per la mobilità cittadina.
  • Piano per la bonifica dalla xylella per migliaia di ulivi
  • Interventi a sostegno dell’associazionismo, enogastronomia e cultura locale.

La Società TAP ha poi illustrato gli effetti sull’economia e l’occupazione locale della realizzazione del gasdotto, con un effetto di 1.000 posti di lavoro diretti e indiretti nei picchi massimi di lavoro, con la creazione di un indotto tecnico strutturale a regime.

La CISL esprime un giudizio positivo dei contenuti del “tavolo tecnico”, che ha permesso di approfondire nei particolari quanto emerso ed enunciato nel confronto con il Governo e le Società SNAM e TAP. Il territorio trarrà benefici strutturali e non compensativi dalla realizzazione del gasdotto, in coerenza anche con quanto affermato dalla CISL durante gli incontri. Sarà infine fondamentale il ruolo delle Istituzioni Locali che dovranno saper cogliere queste opportunità per il territorio e la cittadinanza pugliese.

Stampa