I dati relativi all’andamento degli sfratti nel 2019 e le variazioni rispetto al 2018. Le osservazioni della Cisl

7 Settembre 2020 - Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti ( Mit) ha pubblicato i dati relativi all’andamento degli sfratti del 2019 dalle quali emerge una lieve diminuzione rispetto a quanto era stato riscontrato nel 2018. (Tabelle per Regione e Tabelle per Provincia).
Per la Cisl una nota certamente positiva, ma occorre tener presente che tutto ciò avveniva prima che si diffondesse la pandemia che ha contribuito notevolmente a rendere più complicata la condizione economica di moltissime famiglie e che, almeno in parte, è stato possibile “alleviare” grazie alla norma che ha previsto lo stop degli sfratti nel periodo dell’emergenza, così come fortemente voluto e richiesto dalla Cisl.
L’auspicio della Cisl è che il Governo intervenga incrementando le risorse previste per sostenere chi non è nelle condizioni di pagare la retta del canone di locazione quando, terminata la fase emergenziale, riprenderanno le istanze e le procedure per sfrattare chi non riesce a sostenerne la spesa.
Proprio per questo la Cisl ha più volte sollecitato il Governo ad aumentare lo stanziamento previsto dai vari decreti approvati in fase di pandemia, ritenendo la somma erogata insufficiente.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Sfratti 2019 per Regione.pdf)Sfratti 2019 per Regione74 kB
Scarica questo file (Sfratti 2019 per Provincia.pdf)Sfratti 2019 per Provincia103 kB

Stampa