• Grandi temi
  • Politiche di genere e giovani

“Linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime di mutilazioni genitali femminili (MGF) o altre pratiche dannose”

Il Dipartimento per le Pari Opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato sul suo sito istituzionale una ricerca - a cura di Associazione Parsec Ricerca e interventi Sociali, Coop. Soc. Parsec, Università Milano-Bicocca, A.O. San Camillo Forlanini, Nosotras Onlus e Associazione Trama di Terre -  rivolta soprattutto agli operatori dei Centri di Primo Soccorso e Accoglienza(Cpsa),  dei Centri di Accoglienza (Cda) e dei Centri di Accoglienza per Richiedenti Asilo (Cara), trattandosi, nello specifico,  di “Linee guida per il riconoscimento precoce delle vittime di mutilazioni genitali femminili (MGF) o altre pratiche dannose” .

Obiettivo della ricerca è quello di fornire informazioni pratiche ed essenziali sulle diverse tipologie di MGF, sui matrimoni forzati e su tutta una serie di altre pratiche nocive per la salute fisica e psicologica delle bambine e delle donne (alimentazione forzata, tabù alimentari, toccamenti col fuoco ecc.), sulla loro diffusione per aree geografiche, sulle potenziali vittime e su come ci si debba comportare di fronte a presunte vittime al fine di promuovere il loro accesso a risorse adeguate e sicure, nonché alla protezione sussidiaria per ragioni legate alla violenza subita. Tutte queste pratiche, infatti, possono costituire, se riguardanti donne richiedenti asilo, una forma di persecuzione, ai sensi dell’art. 1, lettera A, comma 2 della Convenzione di Ginevra del 1951 sullo status dei rifugiati, e dare luogo quindi alla protezione internazionale.

Leggi anche:

Mutilazioni Genitali Femminili: sensibilizzazione ed educazione scolastica sono le armi migliori per combatterle Mutilazioni Genitali Femminili: sensibilizzazione ed educazione scolastica sono le armi migliori per combatterle
Febbraio 2017. Il 6 febbraio si celebra in tutto il mondo, la Giornata Internazionale contro le Mutilazioni Genitali Femminili (MGF). Secondo i...
Mutilazioni Genitali. Cisl: Mutilazioni Genitali. Cisl: "Tra le 61 mila e le 80 mila donne presenti sul nostro territorio hanno subito qualche forma di mutilazione. Cisl ribadisce il suo 'no' contro queste pratiche"
Roma, 6 febbraio 2018.  "In linea con l’impegno permanente contro le Mutilazioni Genitali Femminili, attraverso la nostra specifica Campagna di...

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Allegato - linee guida mgf matrimoni forzati e altre pratic 2.pdf)Linee Guida639 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa