• Grandi temi
  • Sociale e sanità

Legge Stabilità 2016. Misure relative alle politiche sociali e sanitarie

Roma, 15 gennaio 2016. Il testo della Legge di Stabilità varato dal Parlamento, rispetto a quello presentato dal Governo, pur contenendo alcune novità in tema di politiche di welfare, ne conferma la filosofia e l’impianto generale.

Si inverte il trend regressivo della spesa – con la conferma delle risorse del Fondo politiche sociali e per le Non autosufficienze, l’istituzione di quello per il “dopo di noi” e del Fondo per la lotta alla povertà con relativo Piano nazionale - e si prevedono positivi interventi di riordino delle prestazioni economiche assistenziali (sia pure con una delega al Governo dai contorni non ben definiti) e di sostegno al welfare contrattuale (anche se del solo comparto privato). Ma non c’è una scelta strategica di ripensamento e rinnovamento complessivo per rendere le politiche di welfare, insieme a quelle per la crescita, un asse prioritario per contrastare la crisi e favorire un diverso sviluppo per il Paese.

Permangono, infatti, elementi di debolezza, contraddizione e rigidità strutturali del sistema che non garantiscono equità e non contrastano le crescenti diseguaglianze e l’esclusione sociale.

Infatti per le politiche sociali permane la frammentazione, disarticolazione e sottofinanziamento degli interventi ed il rimando a numerosi successivi provvedimenti attuativi, così come si registra il mancato rifinanziamento del piano straordinario per i servizi all’infanzia.

Per la sanità si conferma una politica di controllo e blocco della spesa, che – dopo i tagli lineari degli scorsi anni – continua a scaricare sulle Regioni le responsabilità della gestione e della riorganizzazione dei servizi e dei conseguenti costi. Dal Governo continua a mancare una governance del sistema orientata verso una vera riqualificazione dell’offerta sanitaria sia territoriale che ospedaliera.

In sostanza sembra mancare una decisa volontà politica di riforma del sistema: investendo risorse, innovando il sistema di governance, definendo priorità e obiettivi, integrando e concentrando le azioni e gli interventi, garantendo maggiore efficienza e trasparenza dei soggetti erogatori dei servizi, valorizzando le professionalità impegnate in campo sociale e sanitario.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (ddl stabilità schede lettura polsoc_sanità 2016_2.pdf)ddl stabilità schede lettura polsoc_sanità 2016_2.pdf350 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa