Lavoro. Sbarra al Congresso della Cisl Reti: “La vostra federazione, un modello sindacale pragmatico, autonomo e partecipativo”

“Grazie alla bella comunità della Cisl Reti, che aggrega e riunisce in una grande filiera sindacale tante sfide presenti e future”. Lo ha detto il Segretario Generale della Cisl, Luigi Sbarra al Congresso nazionale della Cisl Reti che riunisce le federazioni di categoria Fistel Cisl e Flaei Cisl. “La parola rete più di ogni altra rappresenta l’orizzonte del cambiamento nel quale siamo immersi. C’è dentro la solidarietà e il mutualismo, la tecnologia e il progresso, i rapporti sociali e la partecipazione”, ha aggiunto il leader Cisl. “C’è l’idea di una pluralità indispensabile per uscire in positivo dalla più grave crisi sistemica dal secondo dopoguerra. Pluralità che è prima di tutto intelligenza collettiva e coinvolgimento delle responsabilità sociali. Un approccio che richiede un modello sindacale pragmatico, autonomo, di prossimità. Modello che Fistel Cisl e Flaei Cisl hanno messo in campo in modo esemplare, guidando in questi anni i fronti riformisti nei rispettivi comparti. Penso all’enorme lavoro che ha portato alla conquista dello Statuto della Persona in ENEL. Alle tante battaglie sull’avvenire di un’azienda strategica come TIM e a difesa di un progetto essenziale come la rete unica. Anche con il vostro contributo ci impegneremo a costruire nuove forme di partecipazione per riconoscere alle lavoratrici ed ai lavoratori un ruolo decisivo nella vita delle imprese e per dare all’orizzonte dell’innovazione stabilità ed equità”.

Condividi