Lavoro. Furlan: "Da Confindustria analisi condivisibile. L'Italia deve rafforzare la sua produzione industriale"

Roma 23 Maggio 2018 -  "Una relazione molto condivisibile, un'analisi chiara della situazione del Paese, dell'indispensabilità di essere dentro l'Europa ma anche della necessità che il lavoro e, quindi, lo sviluppo e la crescita siano al centro dell'attività del Paese e delle sue priorità". Così la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, al termine dell'assemblea annuale di Confindustria, commentando la relazione del presidente Vincenzo Boccia. "Il lavoro deve essere una "priorità", così come è "indispensabile" per l'Italia essere in Europa” ha ribadito."Boccia ha ripreso il senso e il contenuto del Patto della fabbrica, che significa proprio mettere al centro il lavoro, il benessere del Paese, che non può che nascere dal lavoro e dalla qualità della produzione” - ha proseguito la leader della Cisl –dicendosi certa che “insieme” si potrà fare un ottimo lavoro. “E’ stata una bella relazione che ha puntato su temi come il lavoro, lo sviluppo e la crescita del Paese, ed è giusto dare centralità a questi temi. Sono temi di cui discuteremo con il prossimo governo insieme ad altri due punti quali le infrastrutture e la ricerca. L''Italia deve rafforzare la sua produzione industriale, in particolare quella dell''acciaio" ha poi concluso la Segretaria generale della Cisl.

Stampa