"Macché piano B. Bisogna salvare lo stabilimento"- Intervento di Annamaria Furlan, su 'La Gazzetta del Mezzogiorno' del 9 Novembre 2019

Furlan3“Non si può abbandonare il sito industriale a meno di un anno dalla firma dell’accordo che rilanciava la capacità produttiva, la difesa dell’occupazione e soprattutto gli investimenti per l’ambientalizzazione e la messa in sicurezza degli impianti. Sarebbe una vera sciagura. Una sconfitta per tutti. L'unica strada è quella di ritornare al tavolo di confronto, far prevalere la responsabilità nella ricerca di una soluzione finalizzata a scongiurare i cinquemila esuberi e la chiusura degli impianti. Sarebbe un disastro industriale, sociale ed ambientale per Taranto e per l’intero sistema produttivo del paese. Ecco perché la politica, le parti sociali e le istituzioni locali devono scegliere da che parte stare. Basta con le ambiguità. La via legale sarebbe troppo lunga, farraginosa ed alla fine ci ritroveremmo solo la fabbrica chiusa. Dobbiamo invece privilegiare un percorso che mantenga in vita il sito e la produzione di acciaio così fondamentale per tutto il sistema produttivo nazionale. Proprio per questo credo che il Governo debba sgombrare subito il campo dalla questione dello scudo penale.

 

 

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (gazzetta del mezzogiorno.pdf)La Gazzetta del Mezzogiorno197 kB

Stampa