• Grandi temi
  • Mercato del lavoro

Crisi aziendali. Accordo tra Agci Confcooperative Legacoop e Cgil Cisl e Uil per promuovere i workers buy out

21 gennaio 2021 - L’Accordo interconfederale firmato il 20 Gennaio tra CGIL, CISL, UIL e AGCI, Confocooperative, Legacoop, per la promozione e lo sviluppo dei workers buyout, WBO, affronta un tema nuovo di impegno comune delle parti firmatarie, dando così seguito a quanto già per altro introdotto dall’Accordo Interconfederale del 12 dicembre 2018.
Nell’Accordo di riforma del quadro di Relazioni Industriali del 2018 la Cisl insieme aa CGil e UIl e alle altre parti firmatarie ha infatti condiviso che "il modello di impresa cooperativa rappresenta una delle possibili risposte alla più generale questione del lavoro nel nostro paese e che i WBO devono diventare una delle strade da percorrere per affrontare situazioni di crisi aziendale, difficoltosi ricambi generazionali, situazioni legate al riutilizzo di beni confiscati alla criminalità organizzata.
Tra l’altro nelle novità introdotte dalla legge di Bilancio 2021, oltre ad un ulteriore rafforzamento dei fondi per le agevolazioni erogabili a sostegno di iniziative di WBO, è stata introdotta anche l’ipotesi di aziende i cui titolari intendano trasferirle ai lavoratori a prescindere dalla sussistenza di uno stato di crisi.
L’Accordo parte quindi dalla comune volontà di rafforzare questo strumento, attivando congiuntamente iniziative che le parti insieme devono mettere in campo per una azione condivisa di carattere strategico e sistemico sotto il profilo istituzionale, ai diversi livelli, per la promozione e sensibilizzazione dei WBO, sul piano informativo e formativo, di monitoraggio delle situazioni in particolare di crisi aziendale, attivando in particolare a livello territoriale le proprie reti di consulenti, centri servizi, sportelli e strumenti di analisi al fine di verificare la fattibilità e la sostenibilità dei progetti di recupero d’impresa.
Un sostegno quindi al modello di impresa cooperativa ed alla autoimprenditorialità dei lavoratori nella cooperazione, in una fase complessa caratterizzata dalla emergenza sanitaria Covid-19 che ha pesanti risvolti sul piano economico ed occupazionale, che vuole essere un contributo concreto e una opportunità per lavoratori ed imprese, per concorrere al processo di coesione ed inclusione sociale di cui oggi il nostro paese ha quanto mai bisogno.
L’Accordo è accompagnato da un vademecum in cui sono contenute il quadro normativo di riferimento, le opportunità di finanziamento e le azioni comuni che organizzazioni sindacali e centrali cooperative possono mettere in campo per attivare progetti di WBO.

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Accordo Cisl Cgil Uil Centrali Cooperative su WBO.pdf)Accordo Cisl Cgil Uil Centrali Cooperative su WBO177 kB

Stampa