• Grandi temi
  • Mercato del lavoro

Legge di Bilancio 2018: una scheda di lettura per le norme relative a lavoro, formazione, istruzione

Gennaio 2018. Il confronto con il Governo prolungatosi per diversi mesi ha portato, oltre agli importanti risultati sulla previdenza, che consentono di attenuare alcune rigidità della riforma Fornero, anche significative novità su lavoro, formazione e istruzione, ora recepite nella legge di bilancio per il 2018 (Legge 27 dicembre 2017, n. 20).
In questa fase, che registra ancora forti problemi occupazionali,  soprattutto per i giovani e al Sud, con le nuove assunzioni per la gran parte a termine, e che mostra la necessità di processi di ristrutturazione per le imprese, nel confronto la CIsl aveva posto  queste principali richieste: 
- favorire il lavoro stabile;
- avviare e rafforzare le politiche attive, a partire dalla stabilizzazione degli operatori in esse occupati e dal rafforzamento dei centri per l’impiego;
- consolidare l’apprendistato duale;
- incentivare le imprese alla formazione sull’innovazione tecnologica;
- fornire maggiori e più efficaci strumenti per gestire le crisi aziendali, allargando, anche in via transitoria, la durata~e~le modalità di utilizzo degli ammortizzatori sociali nelle aree di crisi e promuovendo le politiche attive anche per i lavoratori in cassa integrazione straordinaria;
- modificare alcuni vincoli del Fondo di Integrazione Salariale per renderlo maggiormente fruibile e per dare certezze di pagamento delle prestazioni ai lavoratori coinvolti;
- riequilibrare i costi della cassa integrazione e dei licenziamenti collettivi.
 
Su tutti questi temi dal confronto sono arrivate alcune  risposte concrete (]trasferimento alle Regioni, con le relative risorse finanziarie,  del personale dei centri per l’impiego, incentivo al lavoro a tempo indeterminato dei giovani, raddoppiato se si tratta di giovani che hanno svolto l’alternanza scuola-lavoro nella stessa azienda, bonus Sud, proroghe della Cigs nelle nuove aree di crisi complesse ed in aziende con oltre 100 dipendenti con piani di ristrutturazione e risanamento complessi, raddoppio del contributo di licenziamento, modifica del tetto aziendale del Fis, accordo di ricollocazione, credito d’imposta per la formazione su industria 4.0 e promozione del sistema della formazione terziaria non universitaria) che  sono state recepite nella Legge di Bilancio.
Per una facile lettura delle norme relative a lavoro, formazione  ed istruzione il Dipartimento Lavoro Formazione Contrattazione Scuola della Cisl ha predisposto una scheda di lettura e commento.
Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Scheda definitiva LEGGE DI BILANCIO 2018 2.pdf)Scheda di lettura e commento159 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa