1. Casa
  2. /
  3. Notizie
  4. /
  5. articoli e interviste
  6. /
  7. Luigi Sbarra
  8. /
  9. “Ecco perché oggi non...

“Ecco perché oggi non saremo in piazza” – Corriere della Sera, Il Dubbio

Pubblicato il 5 Mar, 2022

La folle aggressione russa all’Ucraina porta nel cuore dell’Europa una guerra imperialista con potenziali esiti catastrofici. Sono migliaia i caduti civili sotto le bombe di Putin, tra cui tante donne e tanti bambini. Centinaia di migliaia i profughi che si ammassano ai confini del Paese. La Cisl è per la pace e con il popolo ucraino senza se e senza ma. Una pace che non basta declamare, ma che va costruita supportando i lavoratori, gli studenti, i pensionati, le donne e gli uomini vittime di chi vorrebbe negare l’identità di un popolo, spezzarne l’unità e privarlo della libertà. L’Europa stessa è sotto attacco, con i suoi valori di libertà e di democrazia. Ecco perché al punto in cui siamo la testimonianza da sola non può bastare. Tanto più se rischia di essere inquinata da pregiudizi che sottintendono una sostanziale equidistanza tra le parti in guerra. La Cisl non può riconoscersi in una parola d’ordine come ‘neutralità attiva’, che in tutta la sua ambiguità rischia di mettere sullo stesso piano vittime e carnefici, oppressi e oppressori. Per questo, nostro malgrado, oggi non saremo a piazza San Giovanni con le nostre bandiere. La Cisl sostiene le azioni e le sanzioni messe in campo dall’Europa e dal nostro governo in aiuto dei rifugiati e della popolazione civile. (…)

Allegati a questo articolo

Condividi