1. Home
  2. »
  3. Notizie
  4. »
  5. Notizie > Società
  6. »
  7. Notizie > Società > Fisco e...
  8. »
  9. Dossier Previdenza 2018: una bussola per...

Dossier Previdenza 2018: una bussola per orientarsi nel complicato mondo delle pensioni

Pubblicato il 16 Apr, 2018
Il 2018 si è aperto con alcune novità importanti per la previdenza che in parte proseguono sul solco delle misure introdotte con la legge di bilancio dell’anno precedente e per altro verso introducono ulteriori misure innovative.
Sono state infatti ampliate le possibilità di accedere all’Ape sociale per i lavoratori con contratto a tempo determinato scaduto ed è stata riconosciuta un’agevolazione contributiva alle donne con figli per ottenere questa prestazione.
La possibilità di ottenere l’Ape sociale e la pensione per lavoratori precoci è stata estesa anche a chi assiste parenti di secondo grado con handicap grave o chi svolge attività gravose o usuranti per 7 anni negli ultimi 10.
La novità più significativa con cui si è aperto l’anno previdenziale è stato però l’ampliamento delle attività gravose, passate da 11 a 15, il cui svolgimento consente di accedere all’Ape sociale, alla pensione per lavoratori precoci e, come si vedrà, determina il blocco dei requisiti pensionistici per la pensione di vecchiaia e la pensione anticipata nel 2019 e 2020. L’allargamento della platea dei lavoratori che svolgono attività gravose
contenuto nella legge di bilancio per il 2018 è stato possibile grazie ai confronti tra Governo e Sindacati sviluppatisi nel corso del 2017.
Alla luce dei nuovi scenari politici vedremo se nei prossimi mesi interverranno altre novità in corso di anno.
Di tutto questo e di molto altro si tratta nel Dossier Previdenza 2018, una bussola per orientarsi nel complicato mondo delle pensioni.

Allegati a questo articolo

Condividi