Europa. Furlan incontra Tajani: “Ineludibile cambiare il fiscal compact per rilanciare l'Europa sociale dei cittadini”

Tajani e FurlanRoma, 21 febbraio 2017. "L'Europa deve cambiare le sue politiche rimettendo al centro lo sviluppo e la centralità del lavoro altrimenti i venti antieuropei, i populismi ed i movimenti nazionalistici metteranno a rischio l'intera costruzione dell'Europa economica e politica". Lo ha detto la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, al termine dell'incontro con il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani. "Abbiamo trovato nel Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani che ringraziamo molto, un interlocutore attento ai problemi del mondo del lavoro ed in particolare alla necessità che la Ue passi da una politica finora di solo rigore ad una strategia di crescita e di sviluppo. Bisogna rimettere in discussione il fiscal compact per rilanciare l'Europa sociale e dei cittadini, perchè gli investimenti pubblici che stimolano lo sviluppo e l"occupazione non possono essere considerati allargamento del debito. La ripresa economica del nostro paese finora è stata molto debole ed è legata alle future scelte che saranno assunte a livello europeo. Per questo speriamo che il prossimo vertice di primavera in occasione della ricorrenza dei sessant'anni dei Trattati di Roma possa davvero rappresentare quella svolta che noi auspichiamo da tempo. A tal proposito la Cisl presenterà un "Manifesto per l'Europa" con le nostre priorità per sollecitare un colpo d'ala ai Governi europei capace di riaprire l'orizzonte dell'integrazione economica e politica, prima che sia troppo tardi".

Leggi anche:

Europa. Europa. "Senza la riscrittura del fiscal compact la crescita del Pil in Italia sarà penalizzata"
Roma, 13 febbraio 2017- “Il fatto che la Commissione Europea abbia rivisto oggi lievemente al rialzo la crescita italiana, smentendo anche gli...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.